Presentato il Valle d’Aosta, la regina delle gare Under

Il Giro della Valle d’Aosta, oggi come un tempo, rappresenta sicuramente un punto di riferimento per i giovani corridori che tra qualche anno duelleranno sulle strade di Giro d’Italia e Tour de France. Da quest’anno però il Giro della Valle d’Aosta è l’unica gara a tappe che si disputa in Italia. Dopo il Giro Baby (GiroBio nelle ultime stagioni) e il Giro delle Valli Cuneesi,  saltate negli anni scorsi, quest’anno non si faranno Giro delle Pesche Nettarine e Giro del Friuli Venezia Giulia.

Il Giro della Valle d’Aosta 2016 partirà dai propri punti forti: una fortissima internazionalità, un percorso inserito in un contesto paesaggistico invidiabile e un più che ottimo cast partenti con relativa visibilità internazionale.

Anche quest’anno i migliori giovani del mondo si daranno battaglia in quella che è la seconda miglior competizione per Under 23, seconda solo al Tour de l’Avenir. Si partirà il 13 luglio da Pont Saint Martin con la cronosquadre che condurrà i giovani talenti a Monjovet. Il giorno seguente la carovana del Giro si trasferirà in Francia dove si correrà la Morillon – Saint Gervais Mont Blanc. Venerdì 15 luglio la partenza sarà da Quincinetto per arrivare ai 1328 metri di Piani di Tavagnasco dove qualche anno fa Aru entusiasmò tutti confermandosi il campione che oggi tutti conosciamo. Sabato il tappone: con  3.394 metri di dislivello, si disputerà la Pontey – Fenis con ben quattro GPM. Domenica gran finale con la Valtournanche – Breuil Cervinia, una tappa corta, con le impegnative ascese al Col Saint Pantaleon e l’arrivo a Cervinia.

Uno dei punti di forza di questa corsa è proprio l’internazionalità. Molto probabilmente anche quest’anno al via ci saranno molte più formazioni straniere che italiane questo per non sminuire un prodotto che non deve essere autoreferenziale come è sempre stato il Giro Dilettanti. Il Valle d’Aosta è il Valle d’Aosta e ha deciso di non snaturarsi neanche quest’anno non piegandosi a chi chiede un Giro meno duro e più alla portata di tutti. Il Valle d’Aosta è deve restare la corsa regina senza compromessi.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow