E’ l’azzurro Daniele Bennati a vincere il 70° Gp di Prato

Dopo una bella gara, con tanto pubblico sia sul circuito del Montalbano che alla Rocca di Montemurlo, è l’azzurro Daniele Bennati a vincere in volata  il 70° Gran Premio Industria, Commercio e Artigianato, in 4h28’25” alla media di 41,532 km/h, davanti  a Marco Marcato (Wanty) e Davide Rebellin (CCC Sprandi) con al quarto posto Luca Wackermann e quinto un grande Vincenzo Nibali con Sonny Colbrelli che vince la volata del gruppo a 28″. “Sono contento perchè ho conquistato la mia 51° vittoria in carriera – spiega Bennati – mi mancava l’affermazione e oggi davanti a mio figlio che mi ha spronato è stato bellissimo perchè da giovane ho corso molto in queste zone” La festa inizia fin dalla mattina con la presenza di Vincenzo Nibali e la nazionale italiana capeggiata dal Ct Davide Cassani. La corsa pratese è stato il prologo del Campionato del Mondo di Richmond che si disputerà la prossima settimana. Il Ct Davide Cassani ha provato, proprio sul circuito di Prato, le strategie per l’appuntamento americano. Alla partenza di via Valentini davanti al Palazzo dell’Industria ci sono tantissimi appassionati in cerca dell’autografo dello squalo Vincenzo Nibali che arriva  10 minuti prima del via insieme a tutta la squadra azzurra e i tanti spettatori sono tutti ad aspettarlo per una foto o una firma e il campione, vincitore del Tour de France 2014 e che sarà anche lui protagonista negli States, è disponibile e viene applaudito dai tanti tifosi. Lo start ufficioso da via Valentini e poi quello ufficiale alle 12 dall’Asm di Prato in via Paronese.  Al termine del primo giro c’è il primo attacco ma viene subito fermato. Al secondo giro sono in cinque a staccarsi Jaco Venter (MTN – Qhubeka), Antonio Nibali (Nippo – Fantini), Lorenzo Rota e Giovanni Carboni (Unieuro – Wilier) e Lukasz Owsian (CCC Sprandi) che allungano sul gruppo ed hanno un massimo vantaggio di 4’18” al 50° km al quarto giro del percorso di Carmignano. La nazionale italiana con Vincenzo Nibali e Daniele Bennati si mette in azione e accorcia via via le distanze dai fuggitivi. Dopo il 100° km sono ancora da soli ma il vantaggio diminuisce fino alla salita della  Rocca di Montemurlo dove vengono riagganciati dal gruppo e in quel momento scatta subito Luca Wackermann (Southeast) che prende 1′ di vantaggio nel primo giro  della Rocca ma Vincenzo Nibali e Daniele Bennati (Nazionale Italiana), Davide Rebellin (CCC Sprandi) e Marco Marcato (Wanty – Groupe Gobert) si mettono subito all’inseguimento del fuggitivo e lo riprendono sulla seconda salita della Rocca di Montemurlo. All’ultimo giro sulla Rocca di Montemurlo, a circa 25 km dalla traguardo, il vantaggio dei cinque fuggitivi è di 47″. Continua fino al traguardo la spinta dei cinque con Bennati che si stacca per un problema meccanico ma rientra e nella volata finale, posta sotto il traguardo di via Valentini, è proprio l’azzurro Daniele Bennati ad alzare le braccia davanti a  Marco Marcato(Wanty – Groupe Gobert) e Davide Rebellin (CCC Sprandi). Il 2° Trofeo Alfredo Martini per il corridore più giovane va a Luca Wackermann mentre il Gran Premio della Montagna se lo aggiudica Jaco Venter (Mtn Qhubeka). “Ho visto un Nibali che si è messo al servizio della squadra e sia ieri che oggi – spiega il Ct della nazionale azzurra, Davide Cassani – ha meritato la maglia azzurra. Bravo Bennati a vincere ma è stata importante anche la vittoria nella volata per il sesto posto di Colbrelli. Ora partiamo per Richmond con una squadra unita. Era quello che volevo”.

1 Commento


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/comments.php on line 21
  1. il punzecchiatore

    E per tornare sui Giudici Le moto una con casco rosso,due con casco bianco,una senza guibbino,una con giubbino maniche lunghe,una con giubbino smanicato.E meno male che il Paglia aveva imposto tutti vestiti nello stesso modo e casco rosso!

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow