Elezioni Federali, Daniela Isetti verso la corsa alla presidenza

Manca ormai un anno  mezzo alle prossime elezioni Federali che andranno a rinnovare il Consiglio Federale. Al momento Renato Di Rocco non sembrerebbe intenzionato a ricandidarsi, per lui sarebbe il quarto mandato e dopo la difficoltosa rielezione di Levico ottenuta per una manciata di voti, schede tra l’altro annullate dal conteggio automatico e poi riabilitate dal presidente di assemblea, potrebbe non voler rischiare una sconfitta.

Rumors molto vicini all’ambiente federale, infatti, indicano Daniela Isetti nella erede designata da Di Rocco. Gli indizi ci sono tutti: ha fatto un’ottima gavetta durante la quale ha digerito di tutto dimostrando al grande capo una fedeltà che pochi hanno saputo dimostrare, ha un ottimo radicamento tra le società, è assessore del Partito Democratico che in questo periodo è molto influente su FCI e CONI, e addirittura al campionato italiano professionisti è stata delegata da Di Rocco a rappresentare la Federazione.

Con le quotazioni di Daniela Isetti in grande ascesa, scendono quelle di Gianluca Santilli che qualche mese fa aveva definito tutti i consiglieri, compresa la Danielona salsese, degli inetti (non Isetti) attirandosi le critiche di tanti attuali consiglieri che avrebbero convinto Di Rocco ad appoggiare in modo pesante Daniela Isetti e cercare, più avanti, di convincere Santilli a fare parte della squadra.

Non a caso, da tempo la Isetti dialoga, D’Alema direbbe inciucia, con esponenti della cosiddetta “opposizione” alcuni dei quali potrebbero anche appoggiarla nella sua corsa alla presidenza.

Se da un lato riuscirebbe nella non facile impresa di rimischiare le carte ricompattando parte dell’opposizione con parte dei dirocchiani, dall’altra ci chiediamo dove sia in tutto questo il cambiamento che tutti nel ciclismo chiedono, ma che all’atto pratico latita sempre.

31 commenti


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/comments.php on line 21
  1. angelo francini

    questo é un bel trattato di fantapolitica federale.
    Di Rocco ha appena strigliato nell’arena federale gli stanchi cavalli: minacciandoli di esclusione se mai dovessero pensare di tradirlo.
    Ma potranno mai tradirlo: e da chi andrebbero a chiedere aiuto elettorale?
    Non inventiamoci storie che proprio non esistono.

  2. il commento di francini svela forse chi è l’inciucione ???

  3. il buon francini ammorbidito da due cose morbide ? lo sempre detteo che can che abbaia non morde e francini sara’ il primo a andare con dirocco quando avra quello che vuole

    • angelo francini

      semmai, per puro caso o per un attacco di pazzia, mi venisse in mente di voler qualcosa, quello potrebbe essere solo il posto di Di Rocco e null’altro.
      Se avessi voluto andare con Di Rocco avrei accettato i suoi inviti dell’estate 2013, che conservo ancora.
      Caro lurido se devo essere sincero, e senza alcun apprezzamento alla persona che con la tua battuta vorresti in modo squallido sottintendere, a me più che le cose morbide, di cui dispongo in abbondanza a casa mia, mi piacerebbe due cose un pò più solide….. mentre per te, quando vuoi, é sempre disponibile una bella soda…

  4. angelo francini

    il voler far credere che vi é un inciucione è il vero inciucio.
    Per combattere una battaglia e vincerla devi conoscere il tuo avversario, se vuoi vincere la guerra.
    Ma fra Di Rocco, Isetti e Santilli chi avrà il potere reale fra 18 mesi?
    Sempre e solo lui: l’uomo solo al comando, che non é Fausto Coppi.
    Un mio amico diceva sempre che lui era sicuro al 50% chi sarebbe stato eletto quale prossimo Papa, partendo da questa considerazione: il prossimo Papa sono io o un altro.
    Chiunque si candiderà dovrà fare più o meno lo stesso discorso. Chi sarà il prossimo presidente della Federazione: o Di Rocco o un altro.
    Perché comunque quello che é certo e che Di Rocco sarà candidato: gli altri (intesi gli attuali dirigenti centrali) se si candidano da chi dovrebbero essere sostenuti alle votazioni? Dagli amici del candidato Di Rocco o da coloro che non sono con Di Rocco. E chi sta con Di Rocco può candidarsi contro Di Rocco?
    I discorsi seri si potranno fare solo quando saranno scaduti i termini per presentare la propria candidatura alla carica presidenziale: in quel momento vedremo chi sarà stato credulone oggi. Quindi sai quanto manca?

  5. francini la facevo più arguto. crede veramente che se dirocco non vuole ricandidarsi lo dica oggi con ancora un anno e mezzo di tempo . cerchi di andare oltre a cio che le dicono di dire

  6. francini nella tua vita non hai mai vinto un elezione e ancora parli di politica sportiva

    • angelo francini

      sei disinformato ed in malafede: la tua immagine é nel nickname che ti sei scelto! Informati meglio e vedrai che non é come dici tu….. perché ho fatto il consigliere regionale ed due volte il consigliere federale. L’unica elezione che ho perso é stata nel 1993 a Firenze, dove non sono stato eletto consigliere federale (per un motivo ben preciso che chi era presente a quell’assemblea conosce).

  7. angelo francini

    siete semplicemente ridicoli. A voi semmai diranno di scrivere questi commenti o forse da soli pensate che cosi facendo fate un favore a Di Rocco. Non vi é nessuno che mi dice quello che devo scrivere, per un semplice motivo: sono io in genere a dire a tanti altri cosa scrivere.
    Per cui caro soia non preoccuparti per me: sai dal 25 novembre dello scorso anno, se non ricordo male, non sono nemmeno più un tesserato alla FCI.
    Sicuramente però faccio molto più per cercare di attuare un profondo cambiamento di quante fanno quelli come te, che siete solo capaci di disseminare dubbi su coloro che si muovono contro il vostro padrone.
    A proposito quando incontri Renato ricordati di far andare la coda in modo che possa riconoscerti e darti un giusto premio, in una delle tante inutili commissioni da lui create ad hoc.

  8. che dirocco si candidi o meno non importa quello che è importante è che il suo gruppo continuerà a vincere perchè se i suoi avversari sono francini e compani può dormire sonni tranquilli. basta persone distruttive che sanno solo criticare !

  9. tana per francini !

  10. Io sono siciliano e da siciliano dico sempre che è meglio un governo mafioso che lavora bene che un governo di onesti (forse a parole) ma incapaci.
    Vedendo questo spettacolo deprimente dico… mille volte meglio uno che per voi è un mafioso, uno interessato solo ai fatti suoi ma che è bravo ad organizzare e cercare finanziatori come l’avvocato Santilli che una accozzaglia di incapaci come Francini che critica tutti e anche la vicepresidente che in questi anni non s’è mai vista.
    Almeno l’avvocato ci potrebbe sistemare i rapporti con la politica e fare arrivare soldi nel ciclismo.
    In Sicilia il governo di sinistra ci ha dimezzato gli stanziamenti per le società e sono diminuite molto le gare e i tesserati.

    C’è bisogno di un super dirigente che faccia tutto meglio senza incapaci attorno. Il presidente dottore Di Rocco dovrebbe fare di più ma con questi consiglieri non può. C’è troppo disordine e confusione, sarebbe meglio un commissario che gestisce i fondi con un controllo diretto dei comitati regionali per le spese necessarie e per finanziare le società più meritevoli e far salire i tesserati.
    Adesso tutti i soldi vanno al nord perché i voti sono lì in maggioranza, ma i ciclisti migliori li ha la Sicilia, che non fa mai polemiche inutili e lavora bene con i Nibali, i Visconti ed i Tiralongo che ha portato al successo in questi anni.

    • angelo francini

      complimenti. Mi spieghi perché dal 2012 ad oggi avete perso in Sicilia il 50% delle società affiliate….. Ma sicuramente nell’ultimo trimestre del 2015 aumenteranno nuovamente le affiliazioni in Sicilia per avere ancora 23 delegati all’assemblea del 2017…. Un governo mafioso lavora solo e sempre per i suoi affari. E solo il pensare che un governo mafioso lavori bene ti qualifica….. Ma d’altronde da voi, in alcune zone della Sicilia, la “Mafia” nel ciclismo c’è veramente.

  11. il detto dice che la prima gallina che canta ha fatto l’uovo. perche’ signor francini e’ intervenuto ?

  12. Veda Francini per noi umbri che non possiamo piu vedere il nostro sempiterno presidente, lei si è giocato la faccia.
    Erano in molti a credere in lei come una figura staccata dalla banda che comanda. Sapere che lei e il nostro Roscini la pensano allo stesso modo sul futuro della federazione mi fa cadere le braccia, non cè futuro per questo sport in Italia!!!!!!!!!!!
    Non è sufficiente mandare via Di Rocco, serve che i nuovi che vanno al suo posto siano nuovi anche nel pensiero e nel modo di agire!!!!!!!!!!!
    L’avvocato Santilli si era almeno interessato al caso dei soprusi di Roscini e aveva chiesto informazioni ad alcuni di noi per sapere e capire. Poi era intervenuto il presidente Di Rocco a bloccarlo????????
    Forse se è lui il presidente ce ne liberiamo ed il Coni farà un controllo sui conti del comitato regionale e sui mobili che il comitato ha rifatto da poco tempo per giustificare i soldi da Roma.
    Tutti lo sanno anche a Roma che cosa fa Roscini. E noi dovremmo appoggiare la Isetti con ancora dentro Roscini?
    Ma un minimo di vergogna!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • angelo francini

      caro amico, sei in anticipo per fare il carnevale. Tirati giù la maschera e continua a fare quello che hai fatto finora: sostenere il tuo CR e Di Rocco. Non crederò mai che tu possa aver riposta fiducia in me: non sono nemmeno tesserato in FCI dallo scorso novembre grazie a Di Rocco ed al suo Consiglio di pecoroni…. Le favole che racconti su Santilli possono far presa sui lettori disinformati, ma non su di me. Santilli non ha bisogno di chiedere nulla a voi: in Umbria vi é già chi, molto più importante di voi, lo informa direttamente. Se tu fossi veramente all’opposizione di Roscini e di Di Rocco o Santilli, avresti scritto cose molto diverse. La prossima volta che scrivi mettiti veramente nei panni di quelli che contestano l’opera di Roscini se vuoi essere credibile. Cosi non lo sei per nulla.

  13. Angelo mi spiace davvero vederla attaccato in questo modo. In franchezza mi sarei risparmiato il suo primo inutile intervento che invece di dissipare i dubbi espressi da Ciclismo Online, lì ha invece catalizzati su di sé. Che Francini possa essere un inciucione, come ha scritto squallidamente Sabino, è una infamia che non merita per un errore di generosità e di eccesso di interventismo.

    Mi fa sorridere poi vedere qua su Ciclismo Online la firma dello psicopatico che si firma Bartoli 64 (o Di Rocco 69), uno che ha fatto dello sputtanamento della reputation in rete di Francini un suo obiettivo di vita.
    I suoi deliri giustizialisti da becero rosso dell’ottocento e da moralista da strapazzo hanno rotto la minchia per anni su Tuttobici e adesso viene pure qua ad insozzare con i suoi veleni da manicomio.
    In ogni caso Benvenuto al grande PDM, dietro al quale si cela una celebre TDC romano, politico, “avvocato” moralista dei peggiori ladroni.

  14. angelo francini

    caro Luca L. é carnevale anche al tuo paese?
    Cosa si vuol cercare di riparare con questo commento?

    La frase scritta nell’articolo, fa riferimento solo a me: “Non a caso, da tempo la Isetti dialoga, D’Alema direbbe inciucia, con esponenti della cosiddetta “opposizione” alcuni dei quali potrebbero anche appoggiarla nella sua corsa alla presidenza.”.
    Sarebbe stato meno grave citare apertamente il mio nome, anziché usarlo per insinuare un subdolo dubbio fra i tanti addetti ai lavori.

    Ed oggi voglio porre, agli estensori dell’articolo, la domanda che Gesù pose nel Tempio a coloro che volevano lapidare la malcapitata peccatrice: “chi di voi é senza peccato scagli la prima pietra contro di lei”.

    Ora voi senza peccato dovreste correttamente rendere pubblico e spiegare il perché di questa azione, della quale poco mi importa, se non per il fatto che avete voluto usare me per raggiungere un vostro obbiettivo mirato.
    A chi giova e per chi é fatto questo articolo: di SANTILLI dico io, con cui parlate.

    Ed allora criticate la Isetti se vi fa comodo, ma non usate me per farlo, mascherando e coprendo le vostre azioni che non voglio giudicare.

    Molti sanno che io parlo con la Isetti, e con altri componenti del CF e con molti dirigenti federali e regionali. Per un periodo ho anche avuto l’amicizia con Santilli da lui chiesta, e poi tristemente finita causa sua. A qualcuno forse da fastidio che un non tesserato abbia questi contatti che invece altri non riescono ad avere. Questo non permette a nessuno di mettere in dubbio la linearità del mio comportamento: nessuno potrà mai dire che io ho chiesto o fatto qualcosa per interesse personale.
    Forse il rispetto personale é una cosa che non conoscete: voi avete l’odio.
    Il rispetto per uno che si ritiene uno sportivo deve essere primariamente per l’avversario finché questo non ti fotte: questo é il motivo per cui non posso aver rispetto per qualcuno (due o tre solamente, ma in alto) perché per raggiungere e mantenere i loro interessi non hanno avuto rispetto nei miei confronti.

    Quando Di Rocco all’uscita dalla sala dell’Ass. di Bologna del 2011 mi apostrofò, davanti a Giacomo Bacci presidente CR Toscana, dicendomi che da quel momento mi avrebbe fatto una guerra cattiva mi é sceso dal cXXXo, anche se incontrandoci oggi ci daremmo del tu: lui sulle sue posizioni ed io sulle mie.
    Con tutti gli altri parlo e mi confronto, con alcuni di loro sono stato insieme in Consiglio Federale ed in Consiglio di Lega Prof, li conosco da 40 anni.
    Poi quando sarà il momento elettorale ognuno sarà come sempre sulle posizioni che avrà scelto e saremo avversari: nemici con nessuno questo sia chiaro, forse avversari più duri con qualcuno.
    Ed allora perché non dovrei parlare con loro o vergognarmi di farlo?
    Certo che parlo con tanti, alla luce del sole, se volete vi faccio una lista di almeno 100 nomi di dirigenti nazionali e regionali: anzi andate a vedere le amicizie che ho su facebook, con le quali mi confronto sovente, e l’elenco ve lo fate da soli.
    Come ho molte amicizie su Facebook con tanti “non etici”, cosi definiti dal regolamento, ma molto più etici nel loro fare ciclismo di coloro che si credono santi.
    Mi sono sbagliato. Non credo proprio ………!
    Ora attendo chiarimenti e scuse pubbliche.

  15. sig. francini ma si rende conto di cosa ha scritto ? lei il paladino degli onesti che collabora con chi da anni sta uccidendo la federazione e il ciclismo

  16. Stò leggendo tutto con lo schifo qua non cè futuro solo macerie.
    Voglio tanto che si riparta dalle società che si fanno il culo e basta dai politicanti che ci usano per i loro porci comodi.
    La Isetti no no no. Quella lè capace solo di fare le moine come una gatta per prender voti ma non ha mai fatto nulla di buono per il ciclismo.
    Non sapevo che era del pd che già non mi stava simpatica e adesso proprio la ho cancellata.
    Il ciclismo tutto del nord tra triveneto e Lombardia, e quà che dobbiamo scegliere i nostri capi non frà i mantenuti.

  17. francini ma non hai nulla da fare tutto il giorno ?

  18. Sono daccordo e’ uno schifo ! E francini voleva essere il paladino del ciclismo onesto ma siamo seri

  19. angelo francini

    @Saro46
    Ho scritto sul mio profilo FB che non avrei fatto più commenti a questa storia.
    Mi concedo una deroga personale.
    Forse Lei non ha ben letto o compreso ciò che ho scritto!
    Parlare e confrontarsi ha un significato differente dal collaborare.

    I dettagli contano, ma in questa federazione ove oramai vige solo l’anarchia, non si guardano più: si approvano gare a società non affiliate, si svolgono gare senza approvazione, vi é una commissione che stante la legge Merlin dovrebbe essere abrogata. Invece tutti, dirigenti e base, cosa fanno: silenzio assoluto.
    Certo é meglio questa strana “anarchia”: il piccolo sa che se ha bisogno di qualcosa può sempre chiedere al capo di turno e la otterrà alla faccia delle regole ed il capo di turno sa che cosi facendo rafforza la sua posizione.
    Nella società civile questo comportamento é definito in altro modo!

    Sono l’unico che scrive queste cose, da ex tesserato alla FCI. Dopo 51 anni ho dovuto, nello scorso novembre, dimettermi dalla FCI a causa delle minacce di ritorsione ricevute dal presidente federale al quale davano fastidio queste denunce: ho preferito essere libero di continuare a denunciare pubblicamente queste situazioni.
    Fine della deroga.

  20. Francini lei le elezioni le perde sempre e le perderà ancora perché è uno sprovveduto, non perché gli altri sono disonesti.
    Lei si fa strumento di interessi altrui e denota pure la presunzione di pensare di essere colui che muove i fili.
    Non si accorge che la stanno usando come un vecchio calzino?
    Lei con tutte le sue manie di protagonismo non coglie alcuni punti importanti.
    Se Santilli le aveva chiesto l’amicizia forse era per spiegare che i provvedimenti presi nei suoi confronti erano stati promossi da altri.
    Lei ha proseguito invece nella sua stupida e cieca battaglia contro l’avvocato Santilli senza volere comprendere lo stato delle cose.
    Santilli era stato forse strumento a sua volta e ora lei non capisce che la solita incantatrice di vecchi serpenti sta mettendo lei a frutto per le solite necessità.

    La fci deve modificare lo statuto e l’assemblea ci sarà più tardi possibile per evitare attriti e malumori. Lei ripete come un ossesso le stesse frasi che si dicono e si fanno dire al consiglio federale, nel quale venne

    scatenata ad arte una penosa campagna contro l’avvocato Santilli.
    Lei dice mentendo e sapendo di mentire che l’articolo di Ciclismo Online serve a Santilli. Non dà fastidio che lei non tesserato abbia quei contatti. Dà fastidio che lei si faccia usare per colpire chi vuole cambiare da dentro la federazione.
    Hanno bisogno di cambiare lo statuto e lo faranno con la scusa di dovere accettare le sue proposte.
    Lei acciecato dalla sua avversione per Santilli farà il lavoro per loro e, per cominciare, proprio per la vice presidente Isetti.
    Apra gli occhi e sia più arguto che presuntuoso.

  21. Francini non sei ridicolo sei tragico!!!!!!!!!
    Nasconditi che ti risparmi grame figure.
    L’esperto tuttologo a “Uno contro tutti”.

  22. Ragazzi…. finalmente avete zittito chi pensava di essere depositario delle regole, l’esperto di tutto e l’unico conoscitore della verità! Grazie di cuore!

  23. Francini. Qualche piccola confusione ma quante verità. Non farti mai mettere i piedi in testa. La dignità prima di tutto; quella dignità sconosciuta nei palazzi del potere.

  24. angelo francini

    Mi ha zittito solo il mio notebook che si é guastato. A giorni riprenderò con maggior lena e convinzione. Certo che al contrario di te (@grazie) io di qualcosa sono depositario, tu solo del sarcasmo e del tuo servilismo inutile verso il potere.
    @Alberto nessuna confusione: a chi parla di inciuci dovrebbe sapere che gli inciuci si fanno di nascosto, non alla luce del sole. Ed io parlo con tutti alla luce del sole: dei miei contatti é ben a conoscenza Matteo Romano, Direttore di questa sito ed anche qualcuno di quelli che hanno scritto alcuni commenti, perché parlo con loro anche se sono i lacchè di Renato di Rocco. Mi confronto parlando di regole, non di politica federale. Questo da fastidio a qualcuno? Certo a quelli che pensano di poter controllare tutti, ed invece si accorgono che gli addetti ai lavori hanno capito il marcio che vi è in questo movimento…..

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow