Sempre peggio le designazioni tra epurazioni e presunta meritocrazia

Contrariamente a quanto fatto fino ad ora, Pagliara non ha designato mese per mese, ma in un sol colpo da luglio a ottobre. Qualche malizioso ipotizza che abbai voluto portarsi avanti in vista di una possibile squalifica per l’affaire della sentenza lombarda che lo vede accusato di avere scritto una bozza di una sentenza gradita al Comitato che la Disciplinare avrebbe dovuto attuare.

Poco è cambiato rispetto alle precedenti e sono sempre di più i commissari delusi, non tanto per la scarsa o mancata considerazione personale, quanto più per le metodologie utilizzate in cui pare che la tecnica lasci spazio a valutazioni personali o, peggio, politiche.

TANTI COMMISSARI FERMATI DA LUGLIO A SETTEMBRE: Giuseppe Antoniacci, Piercarlo Baima, Maurizio Bertani, Alessio Bertolaccini, Marco Buggiani, Alessandra Calanchi, Riccardo Cassini, Francesco Cenere, Giovannina Collanega, Andrea Gaiarin, Celeste Granziera, Silvana Godino, Alberto Maffi, Sergio Mezzini, Micro Monti, Stefania Muggiolu, Luciano Nicoletti, Gabriele Parini, Fabrizio Poli, Alessandro Rizzetto, Roberto Spinoni e Gabriele Strozzi sono solo i commissari più rappresentativi tra quelli che non hanno ricevuto designazioni nel periodo da luglio a ottobre. Se si pensa che tra loro ci sono due internazionali di primissimo piano o tre commissari in moto molto bravi quali Nicoletti, Gaiarin e Muggiolu, o altri preparati come Buggiani, Maffi, Mezzini, Rizzetto, Spinoni e Strozzi, si capisce che le designazioni potrebbero essere state decise non solo da aspetti tecnici.

CHI GIUDICA CHI: “Il bue dice cornuto all’asino”: recita un vecchio detto per evidenziare che chi giudica è peggio di chi viene giudicato. Con questo detto potremmo riassumere la situazione che sta toccando Francesco Cenere e Mirco Monti, classificati dall’UCI al massimo livello, che in Italia non ricevono gare da chi, Pagliara, è invece classificato all’ultimo e penultimo livello. Quale competenza ha Pagliara per giudicare “scarso” (tanto da non dargli gare) chi è più bravo di lui ? Nessuna, a meno che non sia una epurazione più politica che tecnica.

FRECCIA DEI VINI, DALLA PUGLIA CON FURORE: Nessuna spending review per i Giudici di Gara, tanto che ben tre commissari pugliesi, neanche di primo piano, Pagliara jr, Milone e Patruno, sono stati designati per la gara nazionale Elite Freccia dei Vini che si corre a Vigevano (PV). Un conto è se si parlasse di una gara di particolare rilevanza, ma dato che si tratta di una corsa come tantissime altre in Italia, che ha senso fare spendere soldi alla FCI per una gara che potrebbe essere svolta senza difficoltà, e ad un costo minore, anche da commissari lombardi, piemontesi, emiliani o liguri ?

SPECIALIZZAZIONE UN PO’ … CONTESTABILE: Più si sale di livello e più ogni componente dovrebbe essere specializzata nel suo ruolo .Vale in ogni campo della vita tranne che per le designazioni di Pagliara. Se infatti può già avere poco senso che dei commissari internazionali vengano impiegati anche su moto come formatori, ha ancor meno senso che avvenga il contrario. E invece in contrario è avvenuto e ci riferiamo a Fabiana Contestabile designata come presidente di giuria in una gara a tappe (3 giorni bresciana) e dopo pochi giorni nuovamente in moto (Matteotti, Giro di Basilicata, Sabatini, Emilia e Beghelli e due gare di Hand Bike).

NAZIONALI EMARGINATI E DELEGHE AI REGIONALI – Nonostante siano numerosi i commissari Nazionali e Internazionali che nel periodo compreso tra luglio e ottobre non hanno designazioni, sono state 87 le deleghe regionali assegnate, rispettivamente 39 a giudici della regione in cui si disputa la gara e 48 di regioni diverse. Nella gara di Hand Bike di Somma Lombardo, ad esempio, sono stati designati, con notevoli costi, due regionali delle Marche. Le deleghe non sono toccate solo a quelle gare “minori”, ma anche a gare di primo piano quali Campionati Italiani o gare di richiamo internazionale come Felino (2 regionali), Gp di Briga, Gp Rovescala e altre gare nazionali.

MERITOCRAZIA … ELASTICA – Qualche giorno fa abbiamo mostrato i traini avvenuti al Giro delle Pesche Nettarine senza che la giuria prendesse alcun provvedimento. Quale punizione sarà toccata ai quei commissari ? Nessuna. La presidente Laguzzi sarà impegnata a Tre Giorni Orobica (esordio in moto), Coppa delle Nazioni, Tre Valli Varesine, Milano-Torino e Giro del Piemonte. La componente Dabbene sarà presidente a Rovescala, Milano-Rapallo e Gp Del Rosso e componente al Giro di Toscana donne. Di Passaretta parleremo a parte. Francesca Mannori sarà al Buffoni e al Giro di Romagna. Rigoletti (che al Nettarine era in moto) sarà componente al Lunigiana,  all’italiano di Crosscounty, al Gp DMT, oltre a Coppa Agostoni e Bernocchi. Da luglio ad ottobre, Diego Tosti è stato addirittura designato per 10 giorni di gara. Per fortuna che Pagliara ha sempre parlato di formazione e di meritocrazia.

LA BELLA GIUDICE CON IL DONO DELL’UBIQUITA’ – Tanti impegni per Chiara Lovat: 11 e 12 luglio ai Campionati Giovanili, dal 14 al 19 luglio al Giro della Valle d’Aosta, il 26 luglio alla Coppa delle Nazioni, dal 21 al 23 agosto al Trittico Veneto, il 5 e 6 settembre alla Enduro Danger Zone, il 17 settembre dal Gp Fiera del Riso, e addirittura lo stesso giorno più il seguente a Genova per una gara nazionale di Downhill. E dire che nei primi mesi dell’anno aveva fatto solo 3 gare …

BENEGGI SUPERSTACANOVISTA – Stesso discorso fatto per Chiara Lovat può essere applicato per il commissario in moto Alessandro Beneggi, anche se a lui non è richiesto il dono dell’ubiquità: il 5 luglio sarà alla Freccia dei Vini, l’11 e 12 luglio ai Campionati Giovanili, il 23 agosto al GP di Rovescala, il 29 agosto al GP Carnago, il 13 settembre a Santa Croce sull’Arno, il 20 settembre al Bianchin, il 26 e 27 settembre sarà invece impegnato in due gare nazionali di Hand Bike, mentre il 10 ottobre sarà al Giro dell’Emilia Donne.

QUANDO IL FORMATORE NON FORMA NESSUNO: Domenico Passaretta è un componente della Commissione Nazionale e come tale dovrebbe essere designato solo come componente-formatore. E’ stato scelto per la Tre Giorni Orobica in cui il Presidente è Alessandro Bertazzoni, over 45 e nazionale dal 2004, componente è Antonio Penati, over 60 e storico commissario d’arrivo, il giudice d’arrivo è Elisabetta Fambrini, che in stagione ha già fatto Giro del Trentino e Milano – Sanremo, e su moto ci sono Crocetti, ex motociclista molto bravo da qualche anno internazionale, Muzzioli, nazionale dal 2004, e Laguzzi, alla prima esperienza in moto. Passaretta a chi farà da formatore ? Escludendo Bertazzoni, Penati e Crocetti, restano Fambrini, che avendo fatto la Sanremo non dovrebbe avere bisogno di formazione in una gara Junior, Muzzioli e Laguzzi che però hanno già un ottimo formatore quale Gianluca Crocetti. Se il formatore delle due motocicliste è Passaretta, perché designare anche Crocetti ? Stesso discorso vale al Giro di Puglia dove in giuria ci saranno gli internazionali Simeone e Mostacchi, il giudice d’arrivo sarà Famrbini, mentre in moto ci sarà uno dei più esperti come Paolo Fabbri. A chi farà formazione Domenico Passaretta ?

23 commenti


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/comments.php on line 21
  1. Oltre a questo, non dimentichiamo anche tutte le sostituzioni che vengono fatte…….. Sono sempre gli stessi soggetti che vengono impiegati…..quando si dice la coerenza.
    Ti stimo fratello Paglia…

  2. Prima del paglia non c’erano soldi ora l’antonio ha portato anche quattrini da spendere: oltre ai suoi innumerevoli rimborsi possiamo parlare del costo del convegno annuale , dei costi dei vari corsi/stage; e delle numerose designazioni con trasferte chilometriche. Chissà se un giorno potremo vedere le spese di questa commissione.

  3. Ma nessuno vuole parlare del CRGG VENETO? Ero presente alla riunione tenutasi a Salsomagiore prima del convegno nazionale, dei presidenti delle crgg italiane (da notare che non era nemmeno a porte chiuse.. Io da esterno, nel senso che non ero della cerchia delle Crgg,ho potuto sedermi e ascoltare come uno di loro: c’erano segretari di Crgg..componenti..personale FCI che nulla centrava..insomma una riunione fantozziana) e ricordo ancora come Pagliara zittiva i presidenti delle Crgg in modo molto poco educato; tra questi episodi mi ricordo quello verso il presidente (o componente non ricordo) del Crgg Veneto e le chicchere parlavano di qualche malumore già precedente alla riunione. Fatto sta che poi si legge sul sito Regionale che Pagliara ha presenziato al convegno tecnico regionale veneto (perché non la componente veneta?) ed ora sfogliando le designazioni si vede che il Veneto ha il 90% delle designazioni nazionali ma soprattutto delle SOSTITUZIONI. Punto da non dimenticare è la presenza veneta al giro d’Italia (giovani giudici nazionali natanti che si sono quasi bruciati visti i retroscena.. Ma prima dell’esperienza e della competenza bisogna essere giovani e sottostare alle ferree regole imposte dal vertice). Complimenti vivissimi a tutti voi cari componenti della Crgg Veneto! Prendere posizione, lo si sa da tempo ormai, non è mai stato il Vostro forte ma andare un po’ da una parte all’altra si. L’arte del piegarsi a 90 non è da tutti ma a lungo andare potrebbe bruciare più del solito.

  4. LA BELLA GIUDICE CON IL DONO DELL’UBIQUITA’ – Tanti impegni per Chiara Lovat:

    Per questa frase vorrei stendere un velo pietoso…….ma l’avete vista bene????

  5. Il Punzecchiatore

    Passato il Giro e visto cosa è successo l’anno precedente,pongo una domanda:Ma se la televisione non avesse ripreso i vari FATTACCI ,visto il convegno CNCG/Vegni di Dicembre,la Giuria quest’anno avrebbe fatto la Giuria?
    Quanto avranno discusso prima dei vari comunicati?

  6. Pagliariccio che pasticcio

    Amici e solo amici; compagni di merende e compagne di …

  7. La CRGG VENETO???? gran bel affare per il Paglia!!! Dopo aver presenziato al loro Convegno Tecnico, aprendo la sua agenda se li è comprati tutti specialmente: i giovani emergenti, il segretario che spazia dalla Strada, al Fuoristrada, all’ Hand Bike, e coprendo a più non posso tutte le sostituzioni che gli vengono richieste, ed in primis il presidente che si è venduto insieme alla sua truppa.. Per non parlare dei giovani giudici nazionali che dopo aver fatto il giro d’Italia si ritrovano ancora designati in tante gare tra le quali una alla CdM di MTB , ma sinceramente quante gare del fuoristrada si è fatta questa giudice fino ad ora?.e poi perché darle una gara così importante????

  8. Ma il Veneto sono stati tutti ammansiti, a partire dalla loro silente componente di cngg F.G.

  9. Ma al Veneto probabilmente le fa comodo questa commissione, tanti giudici Nazionali, tante gare per loro, per di più c’è un componente nella commissione, la signorina Guarniero, che fa servizi pure lei, è sempre convegni convegni, stage stage, tutte a spese della federazione, che si vuole di più????

  10. Vuoi dire tutti comprati ? Certo, lei designata nelle gare dove partecipa il suo compagno.

  11. Comprati non lo so, non ho prove, però le designazioni noto che vengono fatte con insistenza per i giudici veneti.

  12. Dai fosse la prima volta !
    coppie designate in giuria assieme, compagni e compagne intra ed extra categoria, datori di lavoro e dipendenti per il paglia questa è la normalità e le sue comparse tutte zitte tanto prima o poi designa pure loro !
    E la lobby signori …….

  13. Pongo una domanda
    mettiamo che un giudice oppure una giuria al cui interno ci sia un giudice regionale e non nazionale, adotti un provvedimento in una gara nazionale o internazionale a carico di un corridore, di una società o di un tesserato.
    Questo provvedimento potrebbe essere impugnato per vizio di forma in quanto adottato da soggetto che non aveva titolo per farlo.
    Mi risulta che i giudici per essere di categoria nazionale debbano superare un apposita selezione con esame di abilitazione.

  14. vedo tanti commenti che mi sembrano dettati da invidia e rabbia…se qualcuno è più bravo e raccoglie allori su allori, ci sono due strade percorribili, o si lavora di più e si cerca di correggere i propri errori o si recrimina a prescindere…la seconda strada è più facile ma sa un pò da sfigati…scusate…

  15. viva la coppia Alan e Federica
    speriamo che possano continuare a fare sempre gare insieme
    evviva!

  16. Ma dove sta la novità….. e la meritocrazia???? Di cui il Presidente della CNGG si riempie sempre la bocca????? solo due esempi per capirci: vietato presenziare e scrivere sui social specialmente quando si è in servizio….Fiorenzuola foto con Pistola (arma) del giudice di arrivo (MASUTTI Luca -veneto) con la bella modella mentre stanno correndo in pista…presidente della riunione guarda caso Antonio Pagliara..quando si dice il caso…. Coppa San geo, giudicessa in moto ( DI GIACOMO Liliana- lombarda ) all’arrivo dietro i primi 2 ed il terzo che vince la volata del gruppo compatto a 5 secondi…. Premiata con varie gare tra cui giro Italia donne ecc.ecc.. Per chi volesse trovare altre immagine dei suoi disastri in arrivi anche in mezzo al gruppo basta visitare alcuni siti web e trova ciò che cito. Campionati del mondo Toscani la moto del veneto (CHECCHIN Sandro) che si piazza al secondo posto con un solo uomo in fuga…chissà quale infrazione poteva mai commettere….. E questi sono solo degli esempi che per far progressi e non adombrare il capo bisogna essere almeno un gradino sotto di lui…e questi ci
    riescono e fanno tante,tantissime gare…. Scandaloso. Caro Paglia ma pensare ad una bella lettera di dimissioni e lasciare che la categoria si risollevi??? Sarà meglio che tu ci pensassi veramente…..

  17. Ora qualcosa si spiega leggete e meditate il nuovo com. 24 giudici di gara bisognava epurare per far spazio agli amici della lobby vero paglia. ??
    Ti stimo zio Michele !!

  18. il punzecchiatore

    E per ciliegina sulla torta indice un nuovo corso per Nazionali.Leggete il bando e vi accorgete che vuole fare smettere tutti i nazionali dei corsi di Gatteo:

  19. meno rosicare e più lavorare!!!!!! solo così si migliora!!!!!!!! è troppo facile dare la colpa agli altri…

  20. Super Rocco e ilromano (che poi mi puzza di medesima persona…. ) Ma come fai a lavorare si ti hanno licenziato/a da ogni attività??? Gente senza più designazioni ne sostituzioni che ovviamente vengono gestite con metodo clientelare….. . Ma sai che sei proprio un bel fenomeno…. Tutto è’ capibile se viene spiegato…che poi dovrò anche capire che cosa possano insegnare o che vi sia da imparare che vedendo i commenti delle gare n’è combinate peggio che Bertoldo passando da carenze tecniche,gestionali e di conoscenza dell’applicazione dei regolamenti basilari….o forse è più opportuno fare come le 3 scimmiette non vedo non sento e soprattutto non parlo!!! E lo si capisce anche da come i ds delle squadre prendano per il culo questi altisonanti giudici che lasciano fare e permettono ogni cosa……. Mia bella testina vuota, perché non provi a spiegare come mai giudici esperti e capaci del Trentino,Friuli,Lombardia,Piemonte ecc.ecc. sono diventati incapaci tutto di colpo?? Ecco, quando tu mia bella testina di nitrato di zebre di saprai spiegarlo, allora potrai permetterti di commentare a favore dell’illustre presidente nuovamente….. Con eterna stima in quanto solo leggendoti ho capito cosa mi è servito andare a scuola da giovane…..

  21. Caro rocco, volevi dire meno leccare per lavorare . E poi bisogna averlo il lavoro per poter migliorare.

  22. Gentile rocco, se intendi lavorare come fare servizi, allora possiamo equiparare tutto ciò ad appalti truccati come ormai è di norma in tutti i settori. Famose “GARE di appalto” dove dovrebbero essere presentati molti documenti per antiriciclaggio ed antimafia.

  23. Caro rocco….tarocco…per ” più lavorare” intendi forse : leccare di più….sei tra quelli che son passati nel giro di un anno dalle stalle alle stelle…??? son sicuro di si!!!

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow