Vecchio Ammiraglio:”Tutti vanno in fuga, ma nessuno pianifica il dopo”

Se ieri le squadre hanno un po’ dormito e su di un percorso in cui potevano provare la febbre a qualche campione, oggi si sono ampiamente rifatte anche se tanti erano davanti senza gambe o senza idee. Probabilmente i Direttori Sportivi hanno chiesto ai loro corridori di entrare nelle fughe e così hanno fatto, ma l’impressione che ho avuto che non abbiano programmato anche il dopo. Non solo la Tinkoff è sembrata non capirci nulla. Quando si pianifica una tattica non bisogna solo pensare ad andare in fuga, bisogna pensare già a quando si sarà nella fuga decisiva a come fare per avere più possibilità di vittoria possibile. Tutto questo non l’ho visto quasi come bastasse solo andare in fuga per vincere la corsa. Al giorno d’oggi i Direttori Sportivi hanno sempre la scusa che le tattiche non valgono se non ci sono le gambe. Certo, è vero. Ma è compito del Direttore far si che i corridori abbiano le gambe. Siamo al Giro d’Italia non alla corsa di paese e dunque penso che ogni squadra abbia portato i nove uomini più in condizione. Dunque la scusa della mancanza di gambe non vale e se uno al terzo giorno non ha le gambe la colpa è di chi lo ha scelto (il DS) per una corsa come il Giro. Le tattiche possono riuscire o meno, ma tu devi avere le idee. Se non hai le idee vincere diventa un’impresa.

Vecchio Ammiraglio

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow