Ecco gli otto che scorteranno Cunego nella corsa rosa

L’attesa formazione per il Giro d’Italia è ufficiale. A guidare il team #OrangeBlue al Giro d’Italia sarà Damiano Cunego che si presenta alla corsa rosa forte delle prestazioni al Giro del Trentino e dell’Appennino. A supportare il capitano un mix di classe, esperienza e giovani talenti costruiscono una squadra equilibrata pronta a competere in diverse tappe della corsa rosa, con velocisti, corridori da grandi fughe e scalatori a supporto del capitano.

I 9 atleti #OrangeBlue al Giro saranno: Damiano Cunego, Daniele Colli, Pierpaolo De Negri, Alessandro Bisolti, Alessandro Malaguti, Eduard Grosu, Giacomo Berlato, Riccardo Stacchiotti, Manabu Ishibashi.

Stefano Giuliani commenta così la formazione e l’imminente Giro d’Italia: “Decidere è sempre difficile, mi sono confrontato con Mario Manzoni e Hiroshi Daimon e abbiamo concordato tutti che questi 9 corridori, in questo momento, sono al loro meglio per affrontare una corsa lunga, dura e selettiva come il Giro d’Italia. Siamo orgogliosi dell’invito da parte di RCS sport ed emozionati. Così come abbiamo dimostrato negli ultimi appuntamenti, dal Trentino alla Turchia, possiamo dire la nostra anche contro i migliori. Vogliamo onorare la Wild Card ricevuta e speriamo di toglierci tante soddisfazioni e di metterci in evidenza con criterio, puntando a far bene nelle tappe a noi più congeniali. Per me si tratta di un importante ritorno a livello personale, l’ultima volta era il 2004, anno in cui mi ricordo di un giovane che in salita ha stupito tutti, un certo Damiano.”

Il General Manager Francesco Pelosi è al suo sesto Giro d’Italia in carriera, ma il primo con un team da gestire: “Una grande emozione per me, ma soprattutto una grande occasione per tutta la squadra. Il Giro d’Italia è la giusta opportunità per di mettersi in luce. Il mese di maggio ci vedrà impegnati sia al Giro d’Italia che al Tour of Japan. Tutti i ciclisti del team sanno come questi due appuntamenti siano per noi di vitale importanza. Sarà l’apice stagionale sia a livello sportivo, che di visibilità e di marketing per noi e per tutti i nostri sponsor. Il parallelismo fra due gare così importanti per noi, in contemporanea, rafforza il ponte culturale tra i movimenti di ciclismo italiano e quello giapponese.”

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow