La pacchia è finita, la Procura della Corte dei Conti:”Le Federazioni siano equiparate alle pubbliche amministrazioni”

«Le Federazioni sportive devono essere equiparate alle pubbliche amministrazioni»: è questo ciò che ha chiesto la Procura della Corte dei Conti interpellata dall’Istat. Se questo dovesse essere confermato, per le Federazioni sarà finita la pacchia e dovranno comportarsi esattamente come i Comuni. Avanti dunque con la fatturazione elettronica e obbligo di trasparenza, riordino della disciplina interna sulla pubblicità e obbligo di certificazione dei crediti. Ma soprattutto stop alle spese pazze e limiti di spesa per trasferte, convegni, mostre, sponsorizzazioni, noleggi d’auto e costi d’albergo. Non a caso nelle carte della Procura della Corte dei Conti si trovano molti esempi di sprechi fuori controllo.

Secondo la Procura contabile, per non essere considerate delle pubbliche amministrazioni, le Federazioni dovrebbero avere più ricavi da pubblicità e sponsorizzazioni, cosa che attualmente è minima rispetto all’intero valore della produzione. La Procura della Corte dei Conti ha, infatti, equiparato i fondi provenienti da tesseramenti, licenze e tasse sportive a quelli provenienti dal CONI e dunque dallo Stato.

Dal 1 gennaio 2016 per le Federazioni sportive potrebbe essere finita la pacchia anche se la sentenza della Corte dei Conti potrebbe andare a fare giurisprudenza bloccando questo obbligo.

Cosa cambierebbe nel concreto per la Federciclismo ? Sicuramente l’obbligo di trasparenza e la pubblicazione di tutti gli atti  è un aspetto più che positivo che andrebbe nella direzione che da anni auspichiamo, così come il blocco delle spese pazze e un maggior controllo su come vengono impiegate le risorse. Con la certificazione dei crediti si avranno poi dei bilanci puliti, non viziati cioè da crediti molto vecchi e dunque inesigibili che molte Federazioni contano nel bilancio per “drogarlo”.

Certo, ci sarà da tirare la cinghia e la spending review dovrà toccare anche a sportivi e soprattutto dirigenti e funzionari federali.

Ad esempio, se un Sindaco avesse fatto ciò che in questi anni ha fatto Renato Di Rocco alla guida della Federazione, sarebbe probabilmente già dichiarato decaduto e alle prese con guai giudiziari. Nelle Federazioni, invece, quasi tutto era consentito. Siamo sicuri che questo cambiamento sia poi così negativo ?

4 commenti


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/comments.php on line 21
  1. Forse è la volta che qualcuno si dimette lasciando spazio a chi userebbe quella posizione senza fare i suoi di interessi….

  2. angelo francini

    Condivisibile l’aspetto amministrativo che rifacendosi al fatto che i bilanci federali nel bilancio consolidato del Coni, debbano seguire uno schema che permetta la trasparenza e la comprensibilità delle spese: ossia ogni spesa inerente una certa “attività” (ad esempio un singolo Consiglio Federale) debba essere facilmente quantificabile, cosa oggi impossibile….. (e non parliamo di Mondiali o altre voci di bilancio).
    Cosa meno condivisibile se si vuole privatizzare le Federazioni, facendogli perdere quella figura che oggi hanno: associazioni con personalità giuridica di diritto privato.
    Le norme che regolano il CIO e l’AMA, sottoscritti da quasi tutti i governi del mondo, prevedono l’indipendenza delle Federazioni Sportive Nazionali da qualsiasi tipo di ingerenza del potere politico nazionale (i Governi): se le FSN in Italia diventassero “enti pubblici” cosa accadrebbe?
    Pensiamo a quelle che accade nel paese oggi …………….!
    Di certe tutti i Presidenti federali se tale proposta mai arriverà in ambito di Consiglio Nazionale del Coni voteranno sicuramente a favore: vuoi che rinuncino alla possibilità di avere magari poi anche un vitalizio pure loro?

  3. Il presid paglia e C. dovranno trovare altri sistemi per mungere la federaz. altrimenti saranno c…. amari.

  4. Anto vedi che butta male mi sa che ti tocca trovarti un lavoro vero !!!!
    Stanno finendo i tempi di vivere a spalle della FCI

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow