Autisti incapaci al Fiandre, dopo Cittiglio il problema è sempre più serio

Torna d’attualità, con una platea decisamente più ampia rispetto al Trofeo Binda, il tema dell’efficienza e della lucidità degli autisti all’interno delle gare ciclistiche. Ieri al Giro delle Fiandre abbiamo visto due episodi che evidenziano che il tema vada affrontato con assoluta serietà da parte degli organi competenti nazionali ed internazionali. Una manovra pirata dell’auto del cambio ruote Shimano, che ha tentato di sorpassare i fuggitivi in curva, ha fatto cadere Sergent procurandogli la frattura della clavicola e una distrazione, nella migliore delle ipotesi. Sempre da parte di una  vettura tecnica, c’è stato il tamponamento dell’ammiraglia della FDJ che ha così urtato facendo prima volare in aria e poi cadere al suolo un corridore.

Queste infauste manovre fanno il pari con quella da noi mostrata relativa alla gara di Cittiglio in cui un autista del gruppo Casolari – Selle Italia ha inspiegabilmente chiuso alle transenne un motociclista rischiando di causare un grave incidente.

E’ chiaro che ci sia dunque un problema di sicurezza non solo relativo all’Italia.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow