Gussago, parlano i direttori di corsa

Sentendoci tirati in mezzo < DA SANZIONARE SAREBBE LA DIREZIONE DI CORSA>frase estrapolata dalla lettera del giudice in moto MARANGONI VANESSA, in risposta all’articolo di ciclismo Online a titolo: A Gussago era una gara ciclistica o motociclistica? Visto che dal contenuto della lettera si evince che la direzione corsa (se era da sanzionare) : HA SBAGLIATO: e se abbiamo sbagliato siamo degli incapaci. Vorremmo precisare che: Vista la tipologia della sede d’arrivo ( da numerose edizioni, e regolarmente approvata dagli organi competenti) alla riunione tecnica ,e’ stato detto e deciso che: all’arrivo potevano salire solamente i seguenti mezzi.

1°) ovviamente e con largo anticipo il giudice d’arrivo ( autovettura).
2°) il direttore di corsa con ampio margine di sicurezza (autovettura)
3°) radio corsa idem come sopra( moto) poi spieghiamo perche’ radio corsa.
4°) il giudice in moto con ampio margine di sicurezza anche per esso.
Questi mezzi e nessun altro neppure l’apri corsa, e le moto staffette potevano salire all’arrivo. I primi tre si sono attenuti alle disposizioni gli altri no’, compreso il giudice in moto-poca importanza ha la sua affermazione di voler” pulire” la testa-non doveva trovarsi li dove era ,avrebbe dovuto attenersi alle nostre disposizioni, volendo fare bene il suo lavoro doveva : anticipare, farsi lasciare ai 100/150 mt mandare via la moto, ed appiedata fare il suo lavoro di giudice, mentre con il suo comportamento e la posizione che ha tenuto sino all’arrivo( il voler svolgere una mansione non di sua competenza) non e’ assolutamente corretta ,ha rischiato di compromettere l’esito finale della gara, anche se le immagini ” schiacciano” come lei afferma, scorrendole si capisce perfettamente che non aveva piu’ di 6/7 mt di vantaggio sull’atleta ,e poca rilevanza ha la sua affermazione : ho chiesto io al pilota di rallentare…ecc. ecc .

SE SEGUITE ATTENTAMENTE IL FILMATO NOTERETE IL DIRETTORE Volpi (riconoscibile sulla destra )
indicare al giudice un no con la mano—riferito appunto alla sua posizione-

Spieghiamo perche’ radio corsa—non potendo salire nessuna autovettura quindi neppure l’auto del medico e le ambulanze, abbiamo stabilito di mettere delle moto a disposizione del medico e di in volontario ,radio corsa avrebbe fatto da ponte radio in caso di necessita’, questa ci pare sia, PROFESSIONALITA’. Veniamo Agli accrediti, e’ cura della direzione di corsa (a volte su richiesta della societa’) ammettere in corsa mezzi al di fuori di quelli di servizio ( vedasi auto per la stampa, o moto per videoriprese) naturalmente i conducenti devono essere tesserati F.C.I ed a scanso di qualsivoglia equivoco il conducente della moto del Foto team Rodella E’ UN TESSERATO F.C I ,( Sanna e’ anche consigliere provinciale e sa chi e’ tesserato e chi non lo e’) contrariamente a quanto scrive il giudice Marangoni (prima di fare certe affermazioni bisognerebbe informarsi bene),quindi segnalabile e sanzionabile, sappiamo perfettamente che la moto in questione non doveva trovarsi in quella posizione (parimenti a quella del giudice). Pero’ visto che nulla e’ successo (usando il buonsenso per entrambi)ci siamo attivati presso lo stesso affinche’: la cosa non si ripeta e che in seguito si attenga alle nostre disposizioni ,altrimenti segnaleremo SICURAMENTE L’INFRAZIONE nel nostro verbale ,che una volta consegnato al presidente di giuria si comportera’ di conseguenza, anche il giudice Marangoni “non sanziona” ma deve segnalare al suo presidente , ma vista la stessa interloquire (educatamente) con il motociclista in questione ,che pur ammettendo la sua errata posizione ,asseriva che a quel punto nulla poteva per togliersi dalla posizione assunta-(si trovava alle spalle del primo e precedeva di 10/12 mt gli inseguitori)—a nostro parere un tentato sorpasso a quel punto della gara sarebbe stato molto piu’ pericoloso e compromettente, che non mantenere quella posizione,piu’ agevole invece era lo sfilarsi dalla posizione per la moto del giudice che non doveva superare nessuno. Abbiamo ritenuto di non SEGNALARE ( questo e stato il nostro unico sbaglio) ma come al solito ci siamo attenuti al buon senso ….. sara’ certamente l’ultima volta . Con questo crediamo di aver fatto un po’ di chiarezza sui fatti di Domenica, ma vorremmo aggiungere : visto lo scritto, riteniamo non sia tutta farina del di lei sacco, le diamo un paterno consiglio.. in futuro cerchi di affidarsi a persone che non abbiano motivi specifici– per alimentare polemiche inutili,e soprattutto che conoscano il regolamento,(che si accertino su quanto affermano) vedasi tesserato F.C.I ultima considerazione-puo’ un giudice scrivere (polemizzare) in veste ufficiale (nome cognome qualifica e n° di tessera) su un qualsiasi forum ?— cosa ne pensano il Responsabile—PROVINCIALE-REGIONALE E NAZIONALE ? se no, interverranno d’ufficio redarguendo il loro tesserato ?
vogliamo ancora ricordare e precisare, che la gestione dei mezzi al seguito nelle gare REGIONALI SPETTA AI DIRETTORI DI CORSA E NON AI GIUDICI ( CHE SOVENTE DIMENTICANO QUESTO PASSAGGIO REGOLAMENTARE. )
Concludendo: siamo veramente dispiaciuti nel dover intervenire ,e magari entrare in contrasto con persone , che conosciamo da molti anni alla quale spesso siamo legati da lunga , fraterna e sincera amicizia ,con la quale dobbiamo relazionarci spesso ,e collaborare per il buon andamento delle gare da noi dirette , (pero’ tirati per i capelli !!!!!)

Tanto dovevamo per chiarezza ed informazione. Enrico Volpi – Guido Sanna

7 commenti


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/comments.php on line 21
  1. PUNTUALIZZATORE

    Ma come poteva prendere provvedimenti il DC Volpi con la moto ripresa televisiva…?? Se alla presentazione della SUA squadra ASD PROGETTO CICLISMO RODENGO SAIANO ( vedere sito http://www.asdprogettociclismorodengosaiano.net) sono gli stessi ai quali hanno commissionato il servizio riprese e foto della intera società???? A voi ogni valutazione….. Tecnicamente il giudice ha il compito di sorvegliare il risultato sportivo e la direzione corsa tutto il resto. Il giudice in moto,sbagliando “magari” ma poteva anche stare lì a tutela del risultato tecnico sportivo, ma la moto “amica” certamente NO !!! quindi cari DC non date lezioni a nessuno ma ognuno faccia il suo…ed il giudice il suo lo stava facendo….. Altri un po’ meno….. Buona prossima gara a tutti…

    • intralciando i corridori-facendo la scia-SI TUTELAIL RISULTATO TECNICO SPORTIVO ? –A PUNTUALIZZATORE..datti all’ippica..del resto i D.C hanno chiaramente scritto e comunicato chi DOVEVA-POTEVA -SALIRE-trovarsi li : NESSUNO ..chiarissime le disposizioni dei D.C
      se poi ognuno fa quel che vuole !! male hanno fatto a non segnalare entrambi i motociclisti (qui son d’accordo) fortunatamente ( polemiche a parte ) tutto e’ filato liscio–
      Mi risulta che la soc .ciclistica Progetto Ciclismo Rodengo Saiano , sia di Fabrizio Bontempi- non del D.C Volpi semmai ci corre il nipote che e’ tutt’altra cosa.lo scritto di puntualizzatore mi puzza di GIUDICE O DEL SIGNORE CHE HA AIUTATO LA GIUDICE IN MOTO A SCRIVERE LA LETTERA–(IL GIUDICE IL SUO LO STAVA FACENDO) ma quando mai !!! andate avanti cosi’ che non si andra molto lontano cari miei amici sapientoni ( me compreso)

  2. angelo francini

    Un commento strano quello di puntualizzatore: quasi una sorta di risentimento quella che traspare nel richiamo al DC Volpi ed ai suoi rapporti con l’operatore Tv, più che nei confronti dei fatti.
    Tutti conosciamo il Fototeam Rodella: da oltre 40 anni è sulle strade in ogni tipo di gara e quindi tutti abbiamo avuto a fare con Silvano e figli. Oggi forse, grazie alle amicizie traversali, qualche organizzatore si è staccato dai Rodella ed è approdato a nuovi lidi…. : libera scelta e giusto pluralismo!
    Partiamo dal presupposto che forse, e dire forse è una gentilezza, un arrivo del genere non doveva essere permesso. Non é la prima volta che tale corsa arriva in quella località: va bene la prima volta, ma come dice il proverbio: sbagliare é umano, perseverare é diabolico. Semmai l’errore é di chi ha approvato una gara con un arrivo simile, che di regolamentare ha molto molto poco.
    Sulle posizioni del motociclisti (giuria, video) sono certamente sono sbagliate, ma quella più a rischio é quella della moto giuria: se proprio voleva intervenire poteva fermarsi di lato e fermare anche la moto video….: in tal modo avrebbe “pulito” la testa corsa.
    I richiami ai regolamenti andrebbero fatti con riferimento alle norme previste dai regolamenti: provare a leggere quanto prescrive l’art. 134 e 135 del vigente RTAA che, non prevedono l’obbligo di essere tesserati per le moto stampa.
    Allo stesso modo l’art. 136 riconosce la facoltà al DC ed al GdG di estromettere i mezzi che non si attengono alle disposizioni…..

  3. Intralciare, o far da scia agli atleti ; vuol dire TUTELARE IL RISULTATO TECNICO DELLA GARA? ma per favore ! !(PUNTUALIZZATORE ) mi puzza di Giudice….del resto i due D.C hanno specificato bene chi poteva salire all’arrivo E SOPRATUTTO DOVE STARE- certamente non davanti al corridore fungendo da scia o punto di rifermento -COMPROMETTENDO LA GARA CON UN SIFATTO COMPORTAMENTO-IDEM DICASI PER IL REPORTER- questo e’ l’errore ,come errore e’: quello dei D.C che (anche se per buon senso) non hanno segnalato un simile comportamento .non potendo a quel punto estromettere nessuno , avrebbero dovuto appunto segnalarne il comportamento scorretto- L’asd Ciclismo Rodengo Saiano e la squadra di Volpi? semmai e’ la squadra dove core il nipote ,fermo restando che quasi tutti- D.C- D.S – persino parecchi giudici provengono da qualche società, cosa facciamo li estromettiamo x conflitto di interesse ? credo che se ognuno si attenesse alle regole ed al buon senso non ci sarebbero polemiche inutili che fan solo male al ciclismo ed a chi VOLONTARIAMENTE PRESTA IL SUO TEMPO ALLA CAUSA-
    ma purtroppo pare che qualcuno ne goda, che abbia qualche sassolino nella scarpa ,cogliendo qualsiasi occasione per toglierlo-mi riferisco al tenore della lettera del giudice in moto ,concordo con i D.C quando affermano che : NON E’ TUTTA FARINA DEL SUO SACCO…….

  4. PUNTUALIZZATORE

    Per Zio Ciclista: ma se non poteva salire nessuno, chi controlla la gara?? E poi, per precisare,nell’organigramma della società il DC è inserito quindi non è solamente lo zio di un corridore……
    Altro dato per lo Zio Ciclista… Sulla posizione delle moto: in salita poco conta la scia che non si prende su uno strappo del genere,invece l’intralcio creato al secondo/terzo che potevano rinvenire sul primo quello certamente sì…
    Altro punto: non sono amico di nessuno e tanto meno conosco la giudicessa,ma se esprimere il proprio pensiero ti preoccupa,mi pare ovvio che qualcuno ha un po’ la codina di paglia e non altri i sassolini…. Nuovamente serenità a tutti, perché ve ne serve visto che vi alterate per un pensiero diverso dal vostro…

  5. Per Puntualizzatore–1° visto che ti arroghi il diritto (saccrosanto) di esprimere un parere…accettane anche i dissensi.
    2° se leggi bene i D.C avevano disposto chiaramente chi doveva salire, e chi no ..ma ANCHE LA POSIZIONE DA TENERE il nonno di Volpi (non lo (zio ) era “APPIEDATO AI 100 MT ) L’avesse fatto (come doveva fare ) anche la “giudicessa” sarebbe stato TUTTO :secondo regolamento….se tu avessi corso in bici SAPRESTI CHE UN PUNTO DI RIFERIMENTO VALE QUANTO UNA SCIA….. se la moto (RIPRESE) della quale non mi frega proprio niente….intralciava il secondo/terzo–la stessa cosa faceva la moto del giudice–PROVA PER UN ATTIMO SOLO A PENSARE AD UN IMPROVVISO GUASTO MECCANICO , oppure uno spettatore da evitare (visto bene l immagini ?)5/7 MT DAVANTI AD UN CORRIDORE, ..A TUTTA, PERCHE’ INSEGUITO–A TUTTA PERCHE’ CONCENTRATO SULL’ARRIVO- STRAVOLTO DALLA DUREZZA DELLO STRAPPO- —cosa sarebbe potuto CAPITARE . il sottoscritto gode di MOOOLTA… SERENITA’ , il tuo parere NON MI PREOCCUPA ,ANZI NEMMENO MI SFIORA (quindi codina di paglia ” NISBA”)e nessunissima ALTERAZIONE.. resto convintissimo sui sassolini—(ho nuovamente espresso il mio parere personale..) precisandoti che conosco molto bene l’ambiente ,quindi parlo a raggion veduta—altrettanta serenità ? a te ( E CHIUDO QUI’)

  6. PUNTUALIZZATORE

    a ZIO CICLISTA. la situazione sicurezza (compito dei DC) e regolarità’ sportiva ( compito della giuria) sono 2 cose ben distinte. Partiamo da un principio, che nessuno può vietare ad un altra componente della gara di fare il suo “lavoro” , (chi fa cosa e come viene fatta) , l’altra, che probabilmente era più opportuno che la moto di giuria si trovasse dietro il terzo in modo da controllare tutto visto che davanti,uno solo, infrazioni non ne poteva commettere….diciamo che però la presenza della moto tv li’ proprio era solo di intralcio ( quindi sanzionabile per quanto asserito da DC e scritto su questo blog), diciamo che poi alla fine non è successo nulla e, visto come si interpreta il tutto nelle gare, se non succede nulla allora non è successo niente e tutto va bene….allora diciamo che tutto quanto detto non serve a nulla…. Ecco, se partiamo da questi detti, anche quello che scriviamo non serve a nulla…. BENE SE COSÌ È, NON LAMENTIAMOCI QUANDO SUCCEDERÀ QUALCOSA DI IRREPARABILE…….
    In merito a zio o nonno non è importante,ma era solo per farti capire che è difficile avere un rapporto imparziale quando si intrecciano rapporti personali molto ristretti e come se ad una gara organizzata dallo stesso gruppo ciclistico di giuria ci sia uno stretto parente…..come fai a prendere provvedimenti contro il padre????? Molto,ma molto difficile…… Ed anch’io come dici tu….E CHIUDO QUI….

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow