Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Terza vittoria per la Lampre-Merida  in riva al Mar Ligure. Dopo i successi di Filippo Pozzato nel 2013, quello di Josè Serpa nel 2014 oggi è toccato a Davide Cimolai far transitare la sua maglia Blu-Fucsia davanti a tutti sul traguardo di Laigueglia.

Tris Lampre: a Cimolai il Laigueglia 2015

Terza vittoria per la Lampre-Merida  in riva al Mar Ligure. Dopo i successi di Filippo Pozzato nel 2013, quello di Josè Serpa nel 2014 oggi è toccato a Davide Cimolai far transitare la sua maglia Blu-Fucsia davanti a tutti sul traguardo di Laigueglia.

 

Il vincitore, professionista dal 2010 e in forza nell’unica squadra World Tour italiana dal 2012, ha commentato così il successo: “Il Trofeo Laigueglia mi è sempre piaciuto, sono molto felice per essere riuscito a scrivere il mio nome nell’albo d’oro: venire dopo due compagni di squadra è una gioia aggiuntiva.
Il successo nasce dal lavoro svolto in Australia, un lavoro però rallentato dalla bronchite che mi ha colpito al ritorno in Europa e che ha condizionato il mio rendimento al Dubai Tour.
Nella settimana scorsa ho pensato a recuperare da questo problema e, negli ultimi due allenamenti, ho sentito che la condizione era buona e il mio fisico si era ripreso bene, così sono arrivato in Liguria con un buon morale.
La squadra ha corso benissimo, con un Niemiec fantastico nel controllare la corsa tra Colla Micheri e il Capo Mele. Io ho tenuto duro, ci siamo ritrovati davanti in circa 25 atleti e a quel punto ho capito che avrei potuto realizzare qualcosa di importante per ringraziare i miei compagni e la squadra del supporto ricevuto in corsa e della fiducia accordatami durante questi ultimi anni.
Questo successo mi dà tanto morale per lavorare ancora più intensamente in vista della Parigi-Nizza e delle Classiche del Nord, banchi di prova molto impegnativi“.

Il percorso impegnativo con due ascese alla Cima Paravenna, una al Testico e la insidiosissima Colla Micheri nel finale ha visto la fuga di giornata animata in prima battuta da Jonathan Paredes (Colombia), seguito dal francese Jérôme Cousin (Team Europcar) e dall’italiano Nicola Gaffurini (MG.Kvis-Vega); e successivamente raggiunti da Adriano Brogi (D’Amico-Bottecchia). Il quartetto così formato ha navigato di comune accordo per buona parte della gara giocandosi i primi 2 gpm di giornata. Ai meno 40 però il gruppo ha chiuso il gap e con l’ultima ascesa alla Cima Paravenna è iniziata la corsa vera. Inizio di Corsa vera culminato poi con l’ascesa di Colla Micheri dove la bagarre e la relativa scrematura del plotone è stata decisiva.

Il ritorno sull’Aurelia e il Capo Mele percorso in direzione opposta rispetto alla Sanremo ha fatto sparare le ultime cartucce a chi non si sentiva a suo agio in una volata anche se a ranghi ristretti.

Gli ultimi a giocarsi le carte in un’azione di forza sono stati: Linus Gerdemann (Cult-Energy), Ilnur Zakarin (Katusha) e Simone Stortoni (Androni Giocattoli). Per loro però nulla da fare, il gruppetto irrompe su di loro e sul traguardo giocandosi il Laigueglia in volata. Volata che ha visto Cimolai avere la meglio su Francesco Gavazzi, Tsatevich, Montaguti, Felline e gli altri componenti il gruppo di testa.

Dopo le note liete del tris i casa Lampre, non possiamo non parlare della tristezza in casa Androni. Emanuele Sella a seguito di una caduta al km 13 è stato ricoverato in Ospedale a Pietra Ligure dove sarà operato per ridurre la frattura del femore riportata nella caduta nelle fasi iniziali di gara.

Mario Prato

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow