Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Nel consiglio federale di domani sarà nominata la nuova commissione Giudici di gara che andrà a supportare il presidente Antonio Pagliara già operativo da qualche mese. Al fianco dell’internazionale pugliese saranno nominati il campano Domenico Passaretta, la lombarda Ilenia Menini, l’emiliana Patrizia Pietra e per la MTB la veneta Federica Guarniero.

La prima cosa che balza all’occhio è che la maggioranza siano donne, mentre la seconda è che, al di là del presidente e dell’ internazionale del fuoristrada  Federica Guarniero, non sembra esserci una grande competenza. Non che sia inferiore di quella decaduta a gennaio, ma ci saremmo aspettati qualcosa in più.

Domani si ufficializza la commissione giudici, e intanto da Pagliara arriva già la prima gaffe …

Nel consiglio federale di domani sarà nominata la nuova commissione Giudici di gara che andrà a supportare il presidente Antonio Pagliara già operativo da qualche mese. Al fianco dell’internazionale pugliese saranno nominati il campano Domenico Passaretta, la lombarda Ilenia Menini, l’emiliana Patrizia Pietra e per la MTB la veneta Federica Guarniero.

La prima cosa che balza all’occhio è che la maggioranza siano donne, mentre la seconda è che, al di là del presidente e dell’ internazionale del fuoristrada  Federica Guarniero, non sembra esserci una grande competenza. Non che sia inferiore di quella decaduta a gennaio, ma ci saremmo aspettati qualcosa in più.

 Domenico Passaretta è il rappresentante del sud, ex motociclista dal curriculum ricco di gare di qualità pur non essendo un commissario eccelso ha quell’esperienza necessaria per giustificare la sua presenza all’interno della commissione.

Diverso il discorso per Ilenia Menini e Patrizia Pietra, entrambe reduci da infauste esperienze nelle commissioni regionali e con un curriculum simile tra loro in quanto privo di gare di primo piano. Ilenia Menini è un commissario nazionale dal 2004 e, in quanto componente di giuria non ha mai svolto gare di professionisti. Patrizia Pietra, anch’essa commissaria dal 2004, nonostante fosse motociclista non ha mai fatto gare di primo piano, dal Gp di Collecchio del 2008 non fa gare nazionali o internazionali ed è amica di Antonio Pagliara e di Daniela Isetti.

Qualcuno vocifera che Pagliara abbia accettato di buon grado la composizione di questa commissione poiché sarebbe sua intenzione di gestire tutto in prima persona. Non sappiamo se ciò sia vero, ma la prima gaffe è già arrivata puntuale.

Per i campionati italiani Under23 e Donne, Pagliara ha infatti designato il giovane Valerio Arosio ed Ilenia Menini, quest’ultima verrà sostituita dopo il suo ingresso in commissione. Senza voler entrare nel merito delle designazioni, ci sarà tempo di affrontare questo argomento più avanti, questi due commissari non soddisfano i criteri richiesti dall’UCI sono infatti due commissari nazionali e non, come espressamente previsto dall’Unione Ciclistica Internazionale, due internazionali.

Non crediamo che Pagliara non conosca questa norma e neppure che Italia non ci siano due commissari internazionali, e così non riusciamo a comprendere per quale motivo chi dovrebbe essere il primo a rispettare le regole sia ancora il primo che le infrange.

C’è chi dice che il “vecchio” Pagliara, quello attaccato alle regole, alla meritocrazia e alla difesa dei giudici abbia lasciato spazio ad un “nuovo” Pagliara molto più attento a non scontentare gli amici e il palazzo federale. Non sappiamo se ciò sarà vero, sicuramente avremo tanto tempo per verificarlo.   

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow