Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Alcuni appassionati lo avevano denunciato immediatamente, domenica durante la Roma Maxima. «Troppe auto in sosta lungo la strada della corsa» ha twittato qualche appassionato. In effetti, per gli standard a cui ci ha abituati Rcs Sport le auto erano decisamente troppe. Non stiamo infatti parlando di una gara dilettantistica o di una prova non controllata dalle forze di Polizia. Stiamo parlando del miglior organizzatore d’Italia.    

Purtroppo le auto in sosta non sono state l’unico problema di questa corsa, ma, come ha raccontato Philippe Gilbert al Tempo, il traffico aperto ha influito sull’esito della gara:« Avevamo 20 secondi da recuperare a 15 km dal traguardo, ma a un certo punto ci siamo ritrovati con il traffico veicolare aperto, all’altezza dell’Appia Antica. È stato molto pericoloso, mi auguro che non capiti più una situazione del genere».

Gilbert denuncia:”Traffico aperto alla Roma Maxima” e l’ACCPI resta a guardare …

Alcuni appassionati lo avevano denunciato immediatamente, domenica durante la Roma Maxima. «Troppe auto in sosta lungo la strada della corsa» ha twittato qualche appassionato. In effetti, per gli standard a cui ci ha abituati Rcs Sport le auto erano decisamente troppe. Non stiamo infatti parlando di una gara dilettantistica o di una prova non controllata dalle forze di Polizia. Stiamo parlando del miglior organizzatore d’Italia.    

Purtroppo le auto in sosta non sono state l’unico problema di questa corsa, ma, come ha raccontato Philippe Gilbert al Tempo, il traffico aperto ha influito sull’esito della gara:« Avevamo 20 secondi da recuperare a 15 km dal traguardo, ma a un certo punto ci siamo ritrovati con il traffico veicolare aperto, all’altezza dell’Appia Antica. È stato molto pericoloso, mi auguro che non capiti più una situazione del genere».

 Se un organizzatore come Rcs non riesce ad ottenere quelle condizioni di sicurezza necessarie per una gara ciclistica, in particolare professionistica, crediamo sia il caso di fermarsi e riflettere.

Il Giro d’Italia sicuramente non avrà problemi, ma tutte le altre corse riusciranno a garantire quella necessaria sicurezza ?   

A denunciare l’accaduto non dovrebbe essere Gilbert, con tutto il rispetto e l’autorevolezza che si deve ad un grande campione, dovrebbe essere l’ACCPI. Invece, sul sito del sindacato del corridori si parla di Europei, di Lega, di Commissario Tecnico, di Di Luca, ma non si fa cenno alla scarsa sicurezza denunciata da Gilbert alla Roma Maxima.

Non crediamo sia per piaggeria nei confronti di un organizzatore potente come Rcs, quanto più una totale inadeguatezza a difendere i diritti dei corridori e ricordiamo che il diritto alla sicurezza è assolutamente prioritario.

Accendere i riflettori su ciò che è accaduto alla Roma Maxima sarebbe un preciso compito di chi dovrebbe difendere i corridori, invece, ancora una volta, l’ACCPI si fa bello con argomenti che non lo riguardano e i corridori devono difendersi da soli.

Non è una novità: signori, questo è il ciclismo !

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow