Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

«Bisogna saper perdere, non sempre si può vincere» cantavano i Rokets. Proprio le recenti polemiche sollevate sui Sondaggioni da parte di Mauro Scovenna e Nicola Argesi ci hanno riportato alla mente questa vecchia canzone. Anche se siamo sicuri che chi ha letto su un noto social network i toni e i termini utilizzati dai due personaggi si sia fatto una idea in merito, crediamo sia doverosa una precisazione.

Sondaggioni, polemiche e insulti: due doverose puntualizzazioni

«Bisogna saper perdere, non sempre si può vincere» cantavano i Rokets. Proprio le recenti polemiche sollevate sui Sondaggioni da parte di Mauro Scovenna e Nicola Argesi ci hanno riportato alla mente questa vecchia canzone. Anche se siamo sicuri che chi ha letto su un noto social network i toni e i termini utilizzati dai due personaggi si sia fatto una idea in merito, crediamo sia doverosa una precisazione.

 

Il sistema utilizzato per i sondaggi è gestito dal sito WopWeb e non da ciclismo-online.it. Chiunque può provare a crearsi il suo sondaggio e a vedere le possibilità concesse. All’amministratore non è consentito né sottrarre voti, né aggiungerne. Inutile dire che non è neppure possibile dirottarli da un contendente all’altro. Eppure qualcuno sostiene che i voti indirizzati a lui siano andati ad un suo competitor. Con tutto il rispetto non crediamo che un sito come WopWeb che gestisce migliaia di servizi si metta a taroccare i sondaggioni della categoria “Trasmissione TV”.

Qualcuno ha poi anche contestato la regola dell’ammissione in finale. Come sempre è stato negli anni e come sempre è stato quest’anno gli ultimi cinque della classifica del turno vengono eliminati. Nulla di più semplice, anche perché dopo la prima votazione, quando cioè tranne i primi cinque gli altri erano a zero punti, tutto è filato liscio. Questa regola è fatta per incentivare tutti a votare sempre e non solo per mettere al sicuro la qualificazione con un exploit settimanale. Va segnalato che sono numerosi i contendenti che sono stati ammessi in finale benchè avessero una classifica generale peggiore di altri: è il caso, oltre a Giovanni Lombardi, di Luca Paolini, Fabiana Luperini, Francesco Bernardelli e Renato Di Rocco, GianLuca Santilli, Antonio Mannori, il sito Ciclismoweb, Riccardo Scanferla, Philipe Marien, Rufino Martellini e Mirco Monti, Silvia Magni, Fabiana Contestabile, Leonardo Levati, Paolo Mei e Vito Mulazzani. Come vedete non è una norma anti Mauro Scovenna.

Se proprio si dovessero fare polemiche, sarebbe il caso di analizzare, come più di un visitatore ci ha chiesto, se Scovenna meritasse di fare parte dei sondaggioni nella categoria dei procuratori dal momento che è privo di documentazione UCI e  non si sa di quali corridori abbia in mano la procura.

E’ opportuno evidenziare che in data odierna abbiamo sporto querela per diffamazione aggravata per quanto è stato scritto nei nostri confronti da questi soggetti che, senza la minima prova oggettiva, non hanno esitato a scrivere nero su bianco frasi che vanno ben oltre il diritto di critica, prive di fondamento e gravemente infamanti, di questo saranno chiamati a rispondere davanti alle autorità competenti.

Una cosa è certa, a giudicare dall’attaccamento dimostrato, anche quest’anno i “Sondaggioni” sono l’evento dell’inverno ciclistico. 

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow