Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Come promesso ieri, oggi vogliamo parlare delle squadre Professional, non quelle attuali, ma quelle che verranno dopo la riforma del 2015. Come avranno capito i nostri visitatori più attenti leggendo l’articolo di ieri, il ciclismo è destinato a cambiare e a generare una profonda spaccatura tra 24 team ed il resto del panorama ciclistico.

Le squadre Professional, quelle che oggi sono Androni, Bardiani, Fantini e Colombia, non potranno più essere invitate ai Grandi Giri. Stop dunque alle formazioni di matrice italiana invitate al Giro d’Italia. Già questo sarebbe sufficiente per decretare la fuga in massa degli sponsor interessati perlopiù alla grande platea televisiva della corsa rosa.

Cosa ne sarà delle Professional dopo il 2015 ? Sempre più dura la vita per i Manager di casa nostra

Come promesso ieri, oggi vogliamo parlare delle squadre Professional, non quelle attuali, ma quelle che verranno dopo la riforma del 2015. Come avranno capito i nostri visitatori più attenti leggendo l’articolo di ieri, il ciclismo è destinato a cambiare e a generare una profonda spaccatura tra 24 team ed il resto del panorama ciclistico.

Le squadre Professional, quelle che oggi sono Androni, Bardiani, Fantini e Colombia, non potranno più essere invitate ai Grandi Giri. Stop dunque alle formazioni di matrice italiana invitate al Giro d’Italia. Già questo sarebbe sufficiente per decretare la fuga in massa degli sponsor interessati perlopiù alla grande platea televisiva della corsa rosa.

 

In più anche gli inviti alle gare di prima e seconda divisione saranno limitati, sarà infatti data priorità alle formazioni di prima e seconda. L’attività delle Professional sarà dunque limitata praticamente alle sole competizioni continentali (Europa Tour 1.1, 1.2, 2.1, 2.2 e HC) che per il ridotto organico, al massimo potranno avere 10 corridori, saranno comunque limitate ad un’unica attività.   

A questo punto la domanda è la seguente: fino a quando i Team Manager opteranno per una Professional non potendo però fare le grandi corse ?

Già, perché – a meno di sconvolgimenti internazionali – le Continental che potranno fare più o meno le stesse corse delle Professional potranno essere delle normalissime ASD con notevoli vantaggi fiscali. Vantaggi che con la riforma del 2015 porteranno con tutta probabilità le attuali Professional a trasformarsi in Continental dal momento che il piatto della bilancia avrà pro e contro decisamente sbilanciati.

Per chi non l’ha compreso, il ciclismo, non solo quello italiano, sarà spaccato in due: da una parte 24 squadre che correranno le migliori competizioni (170 giorni di gara in tutto), dall’altra parte gare minori e squadre di semiprofessionisti o peggio di dilettanti.   

Crediamo che l’unica salvezza per Androni, Bardiani e il team di Scinto sia quella di riuscire ad entrare nelle 8 formazioni di seconda divisione perché altrimenti per loro sarà sempre più dura reperire le risorse necessarie per provare a continuare fare un discreto ciclismo.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow