Tutto l’affetto che si è mosso intorno a Mauro Aristei deve avergli portato un po’ fortuna, dal momento che questa mattina il commissario di Bastia Umbra è stato operato per cercare di contenere i gravi danni provocati dal grave infarto che lo ha colpito venerdì notte mentre si trovava ricoverato nell’ospedale di Lucca. Aristei era stato immediatamente dato per morto e dopo due giorni attaccato alle macchine, questa mattina l’intervento che, almeno secondo quanto si apprende, sarebbe andato bene. Mauro è ora in prognosi riservata.

 La speranza è che le notizie sulla sua presunta morte, nate all’inizio dalla famiglia e poi alimentate dai numerosi commissari a cui Mauro è legato, gli abbia portato fortuna. Anche se forse il termine fortuna può essere sostituito da miracolo.