Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Come abbiamo già più volte evidenziato, la candidatura di McQuaid è irregolare sia essa portata avanti da Svizzera, Marocco o Thailandia. Oggi però è arrivata la notizia che la Federazione Svizzera ha deciso di ritirare il proprio appoggio all’attuale presidente. Ricordiamo che la federazione irlandese, quella per cui è tesserato McQuaid aveva già bocciato il suo appoggio e dunque, secondo lo Statuto UCI, l’attuale presidente non avrebbe potuto ricandidarsi. Con un escamotage, contestato dai rivali politici, McQuaid ha comunicato che si sarebbe candidato grazie all’appoggio della Svizzera. Ieri però è arrivata la smentita ufficiale della federazione elvetica che non appoggerà McQuaid.

Anche la Svizzera scarica McQuaid che spera ora in Marocco e Thailandia

Come abbiamo già più volte evidenziato, la candidatura di McQuaid è irregolare sia essa portata avanti da Svizzera, Marocco o Thailandia. Oggi però è arrivata la notizia che la Federazione Svizzera ha deciso di ritirare il proprio appoggio all’attuale presidente. Ricordiamo che la federazione irlandese, quella per cui è tesserato McQuaid aveva già bocciato il suo appoggio e dunque, secondo lo Statuto UCI, l’attuale presidente non avrebbe potuto ricandidarsi. Con un escamotage, contestato dai rivali politici, McQuaid ha comunicato che si sarebbe candidato grazie all’appoggio della Svizzera. Ieri però è arrivata la smentita ufficiale della federazione elvetica che non appoggerà McQuaid.

L’attuale presidente, forte di un parere di parte di uno studio legale, ha detto si candiderà appoggiato dalla federazione marocchina o thailandese.   La battaglia regolamentare tra i due candidati è ormai certa, ma noi vogliamo porre l’accento su come McQuaid voglia restare a tutti i costi in sella all’UCI e, nonostante sia stato scaricato prima dall’Irlanda e poi dalla Svizzera, giri il mondo alla ricerca di federazioni disposte a candidarlo. Non sarebbe più semplice prendere atto di non avere fatto bene in questi anni e passare la mano ad altri, magari più meritevoli. Forse si, ma la sete di potere di contagia questi personaggi va in qualche modo saziata, magari sperando in un congresso ispirato da un altro tipo di meriti. Intanto, proprio Renato Di Rocco ha ufficializzato il suo appoggio proprio a McQuaid. Non ne avevamo dubbi: tra il McQuaid, più improntato alla politica e il Cookson, più avvezzo all’attività ciclistica, Di Rocco sa bene con chi stare.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow