Sembrava una tappa di trasferimento e invece, anche oggi, al Giro ci sono state sorprese. Non stiamo parlando del successo di tappa andato, come da pronostico, al britannico Mark Cavendish, ma all’uscita dalla classifica generale di Bradley Wiggins che potrebbe anche non ripartire domani da Busseto.


Il ritardo di 3’17’’ accumulato dal vincitore dell’ultimo Tour de France dà i gradi di capitano della Sky al colombiano Rigoberto Uran, che se non avesse atteso Wiggins nella frazione di Pescara oggi sarebbe molto più vicino a Nibali di quanto lo sia oggi. Domani la tappa più lunga del Giro, da Busseto a Cherasco, con le colline delle Langhe nel finale che potrebbero essere un trampolino per chi con un po’ di inventiva volesse tentare qualcosa.