Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Di trasformismi nel mondo del ciclismo ne abbiamo visti parecchi e crediamo che nulla ci possa sconvolgere da questo punto di vista, non riusciamo però a comprendere l’atteggiamento del presidente del comitato Lombardia Francesco Bernardelli.

Di Rocco e Bernardelli scaricano Duci: i dirocchiani lomabrdi puntano su Isetti e Gamba

Di trasformismi nel mondo del ciclismo ne abbiamo visti parecchi e crediamo che nulla ci possa sconvolgere da questo punto di vista, non riusciamo però a comprendere l’atteggiamento del presidente del comitato Lombardia Francesco Bernardelli.

Eletto nel 2011 grazie all’apporto del gruppo facente capo a Davide D’Alto, oggi è forse l’unico presidente di Comitato che non ha pubblicamente espresso la sua opinione sulle elezioni di sabato prossimo, ma privatamente o, se preferite, di nascosto da circa un mese sta perorando la causa di Renato Di Rocco. Fin qui, per quanto in premessa, tutto normale o quasi, ma oggi, da fonti certe, ci è rimbalzata la notizia che proprio Bernardelli per la vicepresidenza stia spingendo le candidature di MicheleGamba e Daniela Isetti.

Dal punto di vista elettorale, sia per il presidente sia per i due vicepresidenti, Bernardelli non sposta assolutamente nulla perché controlla (forse) del solo voto di Lodi, ma la domanda è: Bernardelli sta lavorando per Di Rocco o solo per provare a salvare sé stesso ?

Nel primo caso, significherebbe che Duci è stato definitivamente scaricato dal Presidente, mentre se l’azione di Bernardelli fosse solo frutto di una sua iniziativa ci lascerebbe ancora più perplessi suggerendoci altre domande, ad esempio: perché Michele Gamba e non Rossella Di Leo, altra candidata lombarda? E ancora, perché con due lombardi candidati alla presidenza (D’Alto e Sommariva) Bernardelli appoggia il suo ex antagonista Di Rocco affidando a Gamba il compito di difendere la Lombardia per tagliare fuori il sud ?

Tante domande, poche risposte che possono però essere ricerscate nel modo di fare politica di Bernardelli: sempre attaccato alla poltrona.

Se Di Rocco avesse realmente scaricato il siciliano Duci avrebbe pochissime possibilità di essere eletto, ad onor del vero è giusto dire che l’unico che ha sempre ammesso che farà votare Duci alla vice presidenza è Rocco Marchegiano che potrebbe rivelarsi il vero salvatore di Duci.

Intanto, fonti molto vicine a Renato Di Rocco ci informano che abbia organizzato una riunione per le ore 12 del 12 gennaio per fare la conta ufficiale dei delegati.  Ci viene poi riferito che se Di Rocco dovesse arrivare all’agognato 50%, accedendo così al secondo turno di votazione, potrebbe fare sospendere la seduta per un’ora in modo da poter tessere quelle alleanze che, al momento per sua ammissione, non ha con nessuno.

Sabato è sempre più vicino …

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow