Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Anche nella piccola Valle d’Aosta la battaglia politica per il rinnovo delle cariche federali si sta facendo sempre più infuocata. Da una parte Natale Dodaro, da otto anni alla guida del Comitato e dirocchiano di ferro, dall’altra Antonio Carlo Franco.  I due duellanti non se le mandano certo a dire, e proprio Franco ha contestato il fatto che sul sito istituzionale del Comitato sia presente il programma del presidente uscente, Natale Dodaro che risponde che sarà pubblicato anche il programma di Franco se quest’ultimo ne farà richiesta. Tutto risolto ? No.

Caso Valle d’Aosta, Di Rocco:”E’ normale che il Presidente uscente abbia qualche vantaggio”

Anche nella piccola Valle d’Aosta la battaglia politica per il rinnovo delle cariche federali si sta facendo sempre più infuocata. Da una parte Natale Dodaro, da otto anni alla guida del Comitato e dirocchiano di ferro, dall’altra Antonio Carlo Franco.  I due duellanti non se le mandano certo a dire, e proprio Franco ha contestato il fatto che sul sito istituzionale del Comitato sia presente il programma del presidente uscente, Natale Dodaro che risponde che sarà pubblicato anche il programma di Franco se quest’ultimo ne farà richiesta. Tutto risolto ? No. Di Rocco ha deciso di entrare nella querelle dichiarando a La Stampa:” Il presidente uscente ha la facoltà di pubblicare il programma sul sito. Si trova in quella veste e ha una posizione di leggero vantaggio”.

Si, avete letto bene. Di Rocco sostiene che il presidente uscente possa utilizzare gli spazi federali per fare la sua campagna elettorale definendo “piccolo vantaggio” quella che altri potrebbero definire “grande scorrettezza”. Immaginiamo un Sindaco che pubblica sul sito del Comune il proprio programma elettorale o il premier che pubblica sul sito di Palazzo Chigi il proprio programma politico. I visitatori più attenti ricorderanno le polemiche quando il governo di qualche anno fa inviò un sms agli italiani ricordando loro di andare a votare (senza specificare ovviamente per chi).

Di Rocco è andato oltre, specificando:” Proprio Franco (il candidato contro Dodaro, ndr) parla di correttezza che è il commercialista del 60% delle società valdostane e del 100% di quelle in lista con lui”.

Franco non ci sta e ribatte:” Di lavoro faccio il commercialista e ho un’onestà intellettuale e so scindere bene lavoro e passione. Sono consulente, a gratis, per le società che lo richiedono anche di altre discipline sportive”.

Ad onor del vero bisogna dire che il Presidente del Comitato Emilia Romagna, Davide Balboni, quando è stato eletto era dipendente della Bianchi e, da Statuto, avendo come fonte primaria di reddito un’attività legata al ciclismo, non avrebbe potuto candidarsi.

Come mai Di Rocco è attento a questi particolari solo oggi ?

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow