Salvatore Bianco ufficializza la sua candidatura alla presidenza della Federazione Ciclistica Italiana. Classe 1943, Bianco è stato per molti anni presidente del Comitato Regionale pugliese, di cui è stato vero e proprio deus ex machina. Una lunga esperienza nel ciclismo, una presenza costante e costellata da grandi successi, e una figura lontana dai giochi di palazzo che purtroppo hanno caratterizzato la storia recente della FCI, e che quest’anno gli si sono rivoltati contro con un incredibile commissariamento del suo comitato. «Ma è ora di voltare pagina», dice il leccese, «e di guardare con decisione al futuro di uno sport che sta vivendo un periodo di tremenda crisi, soprattutto in Italia, e principalmente a causa di una politica che – è sotto gli occhi di tutti – antepone al bene del ciclismo tutta una serie di altri interessi, non sempre chiaramente individuabili».

Il programma elettorale di Bianco è disponibile sul sito www.salvatorebianco.it, lanciato nel web nelle ultime ore: «Voglio raggiungere con le mie idee non solo gli attori principali del ciclismo, ma tutti gli appassionati, che sono la vera linfa vitale del nostro amato sport, e ricevere da tutti idee e suggerimenti per migliorare la situazione generale, con interventi ormai non più rinviabili».

Sarà una campagna elettorale in cui ci si dovrà confrontare con diversi contendenti, a partire dal presidente uscente Renato Di Rocco: «Probabilmente saremo 6 – se non di più – candidati alla presidenza. E questa è per me già una grande vittoria, perché significa che sono in tanti ad avere a cuore il futuro del ciclismo italiano. E, in subordine, significa che l’assemblea nazionale della FCI sarà ricca di istanze provenienti da più parti: non dovrò essere l’unico, come troppo spesso accaduto in passato, a fronteggiare la linea del “palazzo”».

Salvatore Bianco è a disposizione di tutti i ciclofili all’indirizzo email info@salvatorebianco.it e su Facebook tramite l’account http://www.facebook.com/salvatore.bianco.9803