Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Quella per le elezioni federali del 2013 è sicuramente una delle campagne elettorali più incerte di sempre. Questo, oltre che per la presenza di altri candidati, probabilmente altri quattro, e per il fatto che Di Rocco, essendo reduce da due mandati, qualora decidesse di candidarsi dovrebbe ottenere almeno il 50% al primo turno e almeno il 55% al ballottaggio.

Quorum più lontano per Di Rocco, possibile la candidatura di Daniela Isetti

Quella per le elezioni federali del 2013 è sicuramente una delle campagne elettorali più incerte di sempre. Questo, oltre che per la presenza di altri candidati, probabilmente altri quattro, e per il fatto che Di Rocco, essendo reduce da due mandati, qualora decidesse di candidarsi dovrebbe ottenere almeno il 50% al primo turno e almeno il 55% al ballottaggio. Attualmente, a nostro avviso, Di Rocco è intorno al 44% – 46% e comunque molto lontano dalla soglia che gli consentirebbe di accedere al ballottaggio. Proprio per questo motivo starebbe nicchiando in attesa di risolvere qualche  “mal di pancia” in giro per l’Italia o, molto più probabile, di individuare una figura da candidare al posto suo, aggirando così lo scoglio del quorum.

Di Rocco non è assolutamente uno sprovveduto e sa bene che una sua sconfitta in assemblea lo porterebbe non solo a perdere la presidenza Federale, ma ad uscire fortemente indebolito mettendo così a rischio tutta una serie di cose quali la Giunta CONI, l’UCI e i Mondiali di Firenze.

Essendo ormai solo una questione tra dirocchiani e antidirocchiani, il Presidente potrebbe concentrarsi sul cercare di mantenere i voti dirocchiani e candidare una persona a lui fortemente riconducibile ma senza la “zavorra” del quorum.

Tra i possibili candidati che Di Rocco potrebbe lanciare c’è Daniela Isetti che non avendo l’handicap del quorum potrebbe riuscire a raggiungere il ballottaggio, ma la domanda a questo punto sarebbe: quanti dei voti di Di Rocco transiterebbero su Daniela Isetti e quanti andrebbero invece perdendosi per strada ?

Già, perché Di Rocco è un presidente carismatico, ma quale appeal potrebbe esercitare sui delegati Daniela Isetti o qualunque altro candidato che non sia l’attuale presidente ?

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow