Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Guardini e altri velocisti sono stati espulsi dalla giuria per una scia prolungata nella discesa del Tonale, sebbene il regolamento non consenta, nelle corse a tappe,  un’espulsione per scia prolungata i commissari si sono appellati ad un articolo generico che afferma che “Ogni commissario inoltre, ha il potere individuale di prendere i seguenti provvedimenti: mettere immediatamente fuori competizione un corridore che commetta una grave mancanza”.

La giuria è stata “fiscalissima” nell’andare ad applicare un articolo generico del regolamento, da utilizzare solo nei casi di comprovata gravità. Sfruttare una scia in discesa quando si è staccati dalla testa della corsa può essere considerata una “grave mancanza” ?

Secondo noi no, anche perché in discesa avere una macchina davanti rischia di essere più un disturbo che un aiuto.

Per i giudici la scia è una “grave mancanza”, ma dov’è finito il buon senso ?

Guardini e altri velocisti sono stati espulsi dalla giuria per una scia prolungata nella discesa del Tonale, sebbene il regolamento non consenta, nelle corse a tappe,  un’espulsione per scia prolungata i commissari si sono appellati ad un articolo generico che afferma che “Ogni commissario inoltre, ha il potere individuale di prendere i seguenti provvedimenti: mettere immediatamente fuori competizione un corridore che commetta una grave mancanza”.

La giuria è stata “fiscalissima” nell’andare ad applicare un articolo generico del regolamento, da utilizzare solo nei casi di comprovata gravità. Sfruttare una scia in discesa quando si è staccati dalla testa della corsa può essere considerata una “grave mancanza” ?

Secondo noi no, anche perché in discesa avere una macchina davanti rischia di essere più un disturbo che un aiuto.

A nostro avviso quella messa in atto dai commissari è una forzatura senza alcun senso, anche perché, pur restando in corsa, né Guardini né gli altri espulsi di oggi avrebbero avuto modo di falsare in qualche modo la corsa, dal momento che domani ci sarà una frazione a cronometro nella quale non potranno ottenere il minimo risultato. Né Guardini né i suoi colleghi di sventura vestivano una maglia, quindi, anche applicando l’articolo apposito (e non quello generico) i giudici non avrebbero avvantaggiato nessuno.

 

Le spinte ricevute da Cavendish nella tappa di Porto Sant’Elpidio, ampiamente documentate sul web, hanno sicuramente prodotto a Cavendish un vantaggio maggiore, innanzitutto perché è rimasto in gara per pochi secondi, in secondo luogo perché dopo quella tappa Cavendish ha disputato altri sprint, ha ottenuto vittorie e ha vinto la maglia rossa.

Perché per Cavendish è stato applicato l’articolo specifico, mentre per Guardini quello generico pur di riuscire ad espellerlo ?

I malpensanti ipotizzano che la giuria si sia posta sull’attenti davanti alla maglia iridata di Cavendish e forse proprio l’ultimo giorno abbia voluto palesare la sua presenza. Noi non siamo così maliziosi e pensiamo che la giuria abbia commesso “solo” un errore e che con l’applicazione di questo articolo sia andata a provare a salvare il salvabile.

Spesso i commissari di gara ci hanno parlato di “buon senso” prima della corretta applicazione del regolamento, noi oggi non abbiamo visto nè la corretta applicazione del regolamento, nè tanto meno il buon senso.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow