Quella di oggi poteva essere una tappa ricca di significati. Invece nonostante la buona volontà di alcuni la tappa odierna è stata “solo” una gran bella tappa

Con i “grandi” che pensavano già agli arrivi di Cervinia, sabato e a quello di Pian dei Resinelli domenica era l’occasione buona per i comprimari di prendersi un giorno di semilibertà. La vittoria è andata al danese Bak che negli ultimi 1500 metri di gara è statl capace di infliggere 11″ al gruppetto che lo aveva visto co-protagonista nella fuga di giornata.

Gruppetto nel quale era inserito anche il francese Sandy Casar,quello messo meglio in classifica e il varesino della BMC Ivan Santoromita. Il “fratellino” dell’ex pro Mauro Antonio grazie ad uno sfortunato attacco in solitudine ha anche sfiorato la leadership virtuale. Se nel gruppo inseguitore  non ci fossero state delle scaramucce tra i big forse ora saremmo a raccontare un’altra gara o almeno un altro esito.

Invece le quattro salite di giornata e le mille curve delle strade liguri hanno consegnato agli annali una vittoria danese, un podio tutto straniero e un altro giorno in rosa per Joaquin Rodriguez.

Mario Prato