Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Il significato letterale di “Processo” è:”  Insieme di attività attraverso cui un organo giurisdizionale accerta la verità o giunge alla soluzione di una controversia ... ”. In ambito sportivo, il termine “Processo” riporta alla mente il mitico “Processo del Lunedì”, poi trasformato in “Il Processo di Biscardi”.

Il “Processo alla Tappa” ha ben poco a che vedere con questa impostazione, anzi, per essere buoni, possiamo dire che il “Processo alla Tappa” ha poco a che vedere anche con qualsiasi trasmissione televisiva.

Basta infatti prendere in mano una qualsiasi scaletta del programma condotto da Alessandra De Stefano per capire, senza troppa difficoltà, che è un programma senza capo né coda. Gli argomenti vengono buttati nel calderone ed estratti a caso dando vita alla scaletta.

Se il “Processo” non processa, che “Processo” è ?

Il significato letterale di “Processo” è:”  Insieme di attività attraverso cui un organo giurisdizionale accerta la verità o giunge alla soluzione di una controversia … ”. In ambito sportivo, il termine “Processo” riporta alla mente il mitico “Processo del Lunedì”, poi trasformato in “Il Processo di Biscardi”.

Il “Processo alla Tappa” ha ben poco a che vedere con questa impostazione, anzi, per essere buoni, possiamo dire che il “Processo alla Tappa” ha poco a che vedere anche con qualsiasi trasmissione televisiva.

Basta infatti prendere in mano una qualsiasi scaletta del programma condotto da Alessandra De Stefano per capire, senza troppa difficoltà, che è un programma senza capo né coda. Gli argomenti vengono buttati nel calderone ed estratti a caso dando vita alla scaletta. Così si passa dall’analisi della volata, a parlare della Fondazione Veronesi, all’intervista alla maglia rosa, all’Unicef, senza dimenticare di dare spazio ai tanti esibizionisti del Giro che non sanno mai dare spunti interessanti alla discussione ma che amano presenziare e mostrarsi.

“Il Processo” dovrebbe prendere spunto da Sky Calcio Show, innanzitutto cambiando la conduttrice (senza storia la partita tra Ilaria D’amico e Alessnadra De Stefano) e poi individuando ogni giorno 2, al massimo 3, argomenti e sviscerarli in modo brioso e piccante, abbandonando le interviste in cui l’intervistato porta l’argomento a piacere, provando a trovare sempre nuovi spunti per tenere lo spettatore incollato al teleschermo.

Forse, Auro “golden” Bulbarelli più che ai moderni talk sportivi si ispira allo storico “Processo” di Sergio Zavoli, prodotto splendido in quegli anni, ma oggi terribilmente superato, più o meno come lui.

Veniamo all’aspetto auditel, nella tappa di ieri Il Giro su Rai Tre ha totalizzato 703.000 spettatori (6.60%) nella prima parte e 890.000 (10.16%).

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow