Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La comprensione di un testo scritto è un obiettivo della classe quinta elementare, purtroppo non tutti lo hanno raggiunto e così, di tanto in tanto, ci troviamo di fronte a persone che leggono comprendendo poco o nulla di quello che hanno letto.

Riguardo all’articolo di ieri sull’ingiusto declassamento dei due portacolori della FDB nella gara di Allievi a San Felice sul Panaro ci ha scritto il Presidente della Società Maria Codifiume, lasciamo giudicare ai nostri visitatori se il Presidente ha compreso o meno il nostro articolo dal titolo "Clamoroso in Emilia: declassati due corridori per una volata che di scorretto ha ben poco", leggiamo insieme il suo commento:

La Codifiume:”A S.Felice i giudici hanno operato bene, contro di loro solo una montatura”

La comprensione di un testo scritto è un obiettivo della classe quinta elementare, purtroppo non tutti lo hanno raggiunto e così, di tanto in tanto, ci troviamo di fronte a persone che leggono comprendendo poco o nulla di quello che hanno letto.

Riguardo all’articolo di ieri sull’ingiusto declassamento dei due portacolori della FDB nella gara di Allievi a San Felice sul Panaro ci ha scritto il Presidente della Società Maria Codifiume, lasciamo giudicare ai nostri visitatori se il Presidente ha compreso o meno il nostro articolo dal titolo “Clamoroso in Emilia: declassati due corridori per una volata che di scorretto ha ben poco”, leggiamo insieme il suo commento:

 

Siamo a Poggioberni (RN) alla riunione dei DS per la gara degli allievi. Molti commentano questo articolo per la mediocrità e la superficialità con cui è stato scritto, perché non si capisce bene come sia possibile esprimere un giudizio così deciso e marcato, da parte di chi a quella manifestazione non era nemmeno presente. Prima di scrivere, un buon giornalista dovrebbe almeno verificare l’esatta dinamica degli eventi. Nell’articolo si legge: “Gara di Allievi a San Felice sul Panaro in provincia di Modena, arrivo allo sprint, un corridore alza le braccia per esultare prima del traguardo, alla sua sinistra un corridore sbanda e fa cadere un altro atleta”.
La versione dell’articolo sembra tutta una montatura per criticare la giuria emiliana e quello che dispiace è che a rimetterci sono sempre i ragazzi. Dove si evince che Gherardi sbanda e fa cadere un altro atleta?
Dalle foto e dalla reale presenza sul luogo è stato fin da subito chiaro che l’atleta della Codifiume ha fatto la sua volata senza toccare e provocare la caduta dell’atleta del Calcara; solo a questo punto Gherardi ha sbandato. Dove sta la scorrettezza?
A dimostrazione di quanto detto, non c’è stato alcun reclamo (né formale, né amichevole dati la trasparenza e i buoni rapporti che intercorrono tra i due team) della società US Calcara nei confronti del G.S Codifiume.
Dispiace leggere interpretazioni non conformi alla verità solo per il gusto di gettare fango sul movimento ciclistico emiliano romagnolo e sulle sue società, forse sarebbe stato utile per questo articolo un pizzico di umiltà, di senso della realtà e della verità e di buon senso.

Cordialmente

Marco Zambardi, Presidente GS SM Codifiume

Non ci sembra il caso di fare l’esegesi del testo per chi non è riuscito, per un proprio limite o per malafede, a non comprenderne il significato, ma è doveroso da parte nostra, dopo aver letto questa risposta, fare alcune precisazioni.

Il Presidente sostiene che l’articolo sia tutta una montatura per criticare la giuria emiliana a tal proposito chiede :”Dove si evince che Gherardi sbanda ?”. Noi ribaltiamo la domanda e chiediamo: dove si evince che a sbandare sia stato Ramaliu  ? Vien da sé che se Ramaliu non sbanda le critiche alla giuria emiliana sono più che giustificate.

Il Presidente sostiene che l’articolo sia tutta una montatura per criticare la giuria emiliana a tal proposito chiediamo: Quale è la colpa di Donello che dei protagonisti di questa volata ha visto solo le terga ?

Il Presidente sostiene che l’articolo sia tutta una montatura per criticare la giuria emiliana a tal proposito chiediamo: Per quale motivo la giuria ha incamerato i 30 € della tassa di un reclamo neppure previsto dalla regole ?

Non era nostra intenzione fare la “moviola” della volata, a noi bastava rimarcare che la volata di Ramaliu  fosse regolare, ma dato che veniamo stimolati da una “excusatio non petita accusatio manifesta” del Presidente della Codifiume, andiamo ad analizzare le immagini. Per avere i giusti riferimenti, andiamo a sovrapporre la linea di mezzeria nei tre fotogrammi in nostro possesso, in modo da riuscire ad avere la giusta proporzione, poi tracciamo una linea che va dalla mezzeria alla ruota di ogni corridore, andando così a verificare se hanno mantenuto la propria linea.

Come si può evincere dall’analisi delle immagini Gherardi, oltre a deviare dalla propria linea, si infila laddove non aveva lo spazio per passare costringendo Guarniero a sposarsi alla sua sinistra perdendo l’equilibrio e cadendo. Infatti, nella prima immagine Guarniero è leggermente davanti a Gherardi (guardare il braccio), mentre nella seconda è lo ha superato proprio mentre Guarniero sta cadendo.  Questi sono fatti oggettivi e dimostrati, tutto il resto, come cantava Califano, è noia.

Consentiteci di rispondere anche sull’accusa che ci viene mossa dal presidente della Codifiume che sostiene che non essendo presenti ad una corsa non si possa effettuare alcun commento. Crediamo che questa bizzarra teoria si commenti da sola, infatti, se avessero titolo per parlare solamente coloro che sono fisicamente presenti in un luogo non esisterebbe, ad esempio, nessuna trasmissione calcistica. Volendo però sposare per un solo attimo questa teoria rimandiamo il Presidente a leggere i numerosi commenti presenti sui social network, commenti fatti da persone presenti alla gara che avvalorano quanto da noi scritto.

Al di là delle eventuali colpe di Gherardi, crediamo sia sempre più chiaro che Ramaliu non ha condotto una volata scorretta, quindi senza l’enorme regalo della giuria Gherardi sarebbe arrivato solo secondo.

“Quando il dito indica la luna, l’imbecille guarda il dito”, almeno una volta guardatela ‘sta luna ….

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow