Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

In data 26.7.2011, il Giudice di Pace Penale di Forlì, con provvedimento Nr. R.G. 138/11 ha disposto l’archiviazione del procedimento a carico del presidente di una società ciclistica affiliata alla FCI  in quanto «non sono emersi profili di responsabilità» per un incidente occorso ad un atleta 5 minuti dopo il transito della vettura “Fine gara ciclistica”.

Un atleta che, pur sottoposto al ritiro obbligato per essere stato superato dalla vettura “fine gara”, procedeva con il numero dorsale ed un atteggiamento imprudente fino scontrarsi (senza gravi conseguenze) con un’ autovettura  che aveva ripreso correttamente la propria marcia dopo aver atteso il completo passaggio della gara.

Vista la denuncia presentata dai genitori del ragazzo, la Procura della Repubblica di Forlì avviava le opportune indagini, al termine delle quali il Pubblico Ministero presentava al Giudice di Pace una richiesta di archiviazione con la seguente motivazione:

Il Giudice di Forlì:”Organizzatore non responsabile per ciò che avviene dopo il fine gara”

In data 26.7.2011, il Giudice di Pace Penale di Forlì, con provvedimento Nr. R.G. 138/11 ha disposto l’archiviazione del procedimento a carico del presidente di una società ciclistica affiliata alla FCI  in quanto «non sono emersi profili di responsabilità» per un incidente occorso ad un atleta 5 minuti dopo il transito della vettura “Fine gara ciclistica”.

Un atleta che, pur sottoposto al ritiro obbligato per essere stato superato dalla vettura “fine gara”, procedeva con il numero dorsale ed un atteggiamento imprudente fino scontrarsi (senza gravi conseguenze) con un’ autovettura  che aveva ripreso correttamente la propria marcia dopo aver atteso il completo passaggio della gara.

Vista la denuncia presentata dai genitori del ragazzo, la Procura della Repubblica di Forlì avviava le opportune indagini, al termine delle quali il Pubblico Ministero presentava al Giudice di Pace una richiesta di archiviazione con la seguente motivazione:

«la responsabilità del sinistro stradale occorso a (……….) non pare ascrivibile a (……….), quale organizzatore della gara ciclistica, avendo egli assolto gli obblighi su di esso incombenti; in particolare, prima dell’inizio della gara, organizzava una riunione tecnica con i direttori sportivi delle diverse squadre ciclistiche e con altro personale tecnico, nel corso della quale comunicava le regole generali della gara, compresa le modalità di esclusione dalla stessa allorché il concorrente veniva sorpassato dal veicolo “Fine gara”; tale regola era stata comunicata alla parte offesa dal direttore sportivo (………….); con riferimento alla gara ciclistica, due operatori della polizia municipale hanno segnalato nella relazione di servizio che il mezzo di fine gara effettuava l’ultimo passaggio alle ore 17.45, mentre il sinistro si verificava alle 17.50, quando la pattuglia aveva riaperto la strada  al traffico, poiché all’ultimo passaggio dell’ultimo gruppo era stato segnalato la fine della gara sia dagli addetti alla scorta tecnica, che dal conducente del mezzo predisposto per il fine corsa; il sinistro stradale si verificava dunque cinque minuti dopo il passaggio del mezzo “Fine gara”, quando l’atleta (……………) era già escluso dalla gara ed era tenuto al rispetto del codice della strada»

Il G.S. Progetti Scorta, che ha fornito consulenza tecnica  alla società ciclistica in questione, dà comunicazione di questo interessante decreto di archiviazione per la conferma positiva che esso offre alle attuali norme di svolgimento delle gare ciclistiche; alle norme del disciplinare delle scorte tecniche, e del   valore formale che assume la riunione preliminare alla gara, quando in essa vengono precisate le modalità di gestione della corsa e degli atleti sottoposti al ritiro.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow