Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Affermazione sul traguardo dell’ultima tappa del Giro di Padania di  Andrea Guardini (Farnese Neri) , mentre  il vincitore della prima edizione del Giro di Padania è il varesino Ivan Basso (Liquigas Cannondale). La frazione conclusiva ,da Rovereto (Trento) a Montecchio Maggiore (Vicenza) è stata caratterizzata dalla lunga fuga di Alessandro Bertolini (Androni CIPI) e Robert Vrecer (Nazionale Slovenia) che sono rimasti al comando per 121 chilometri, con un vantaggio massimo di 8’15”. A 44 chilometri dall’arrivo il gruppo è ritornato compatto e davanti a una grande cornice di pubblico si è imposto nella volata finale Andrea Guardini che  completa così il gruppo dei giovani velocisti italiani, con Modolo e Viviani.,  che si sono imposti nelle tappe del Giro di Padania.Il ministro Umberto Bossi ha annunciato che l'anno prossimo questa iniziativa si ripeterà poichè le squadre sono favorevoli, i corridori anche, per il CT è un ottimo banco di prova. Alla domanda sui contestatori, il "Senatur" è stato categorico:"Il pubblico ci ha abbracciati, poche persone ci hanno contestati quindi questo spettacolo merita di essere ripetuto".

A Montecchio vince Guardini e Basso conquista il primo Giro di Padania.

Affermazione sul traguardo dell’ultima tappa del Giro di Padania di  Andrea Guardini (Farnese Neri) , mentre  il vincitore della prima edizione del Giro di Padania è il varesino Ivan Basso (Liquigas Cannondale). La frazione conclusiva ,da Rovereto (Trento) a Montecchio Maggiore (Vicenza) è stata caratterizzata dalla lunga fuga di Alessandro Bertolini (Androni CIPI) e Robert Vrecer (Nazionale Slovenia) che sono rimasti al comando per 121 chilometri, con un vantaggio massimo di 8’15”. A 44 chilometri dall’arrivo il gruppo è ritornato compatto e davanti a una grande cornice di pubblico si è imposto nella volata finale Andrea Guardini che  completa così il gruppo dei giovani velocisti italiani, con Modolo e Viviani.,  che si sono imposti nelle tappe del Giro di Padania.Il ministro Umberto Bossi ha annunciato che l’anno prossimo questa iniziativa si ripeterà poichè le squadre sono favorevoli, i corridori anche, per il CT è un ottimo banco di prova. Alla domanda sui contestatori, il “Senatur” è stato categorico:”Il pubblico ci ha abbracciati, poche persone ci hanno contestati quindi questo spettacolo merita di essere ripetuto”.

Ordine di arrivo:

1° Andrea Guardini (Ita, Farnese – Neri)
2° Elia Viviani (Ita, Liquigas Cannondale)
3° Danilo Napolitano (Ita, Acqua & Sapone)
4° Maximilian Richeze (Arg, D’Angelo & Antenucci)
5° Filippo Baggio (Ita, De Rosa – Flaminia)
6° Manuel Belletti (Ita, Colnago – CSF)
7° Angelo Furlan (Ita, Christina Watches)
8° Davy Commeyne (Bel, Landbouwkrediet)
9° Danilo Hondo (Ger, Lampre – ISD)
10° Luka Mezgec (Slo, Nazionale Slovenia).

Classifica Generale:

1° Ivan Basso (Liquigas-Cannondale)
2° Giovanni Visconti (Farnese-Neri) a52″
3° Francesco Masciarelli (Astana) a 1’08”
4° Fortunato Baliani (D’Angelo&Antenucci) a 1’17”
5° Davide Rebellin (Miche-Guerciotti) a 1’24”
6° Emanuele Sella (Androni-CIPI) a 1’32”
7° Simone Stortoni (Colnago-CSF) a 2’34”
8° Domenico Pozzovivo (Colnago-CSF) a 2’53”
9° Marek Rutkiewicz (Nazionale Polacca) a 2’57”
10° Riccardo Chiarini (Androni-CIPI) a 3’08

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow