Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Sacha Modolo (Colnago CSF) è primo a Salsomaggiore al termine della terza tappa del Giro di Padania.  E’ ancora uno sprint a ranghi compatti a decretare  il vincitore di tappa del Giro di Padania, una volata che ha visto prevalere il velocista già primo a Laigueglia davanti a Elia Viviani (Liquigas Cannondale), primo ieri a Vigevano, ed al ritrovato Danilo Napolitano (Acqua & Sapone Mokambo), già terzo nella tappa di ieri. Sono stati 187 i partenti nella terza frazione  del Giro di Padania che ha portato i concorrenti da Malpensa Lonate Pozzolo (Varese ) a Salsomaggiore (Parma).Gara velocissima quella seguita ne finale dal Commissario Tecnico della Nazionale Italiana  Paolo Bettini, lo dimostra il fatto che nella prima ora sono stati percorsi 52 chilometri. Al chilometro 47 di gara, in località Gudo Visconti al comando della competizione si forma un gruppetto di sette concorrenti formato da: Yannick Talabardon (Saur Sojasun), Wesley Sulzberger ( Nazionale Australia), Davide Orrico ( Unitedhealthcare Pro Cycling), Edoardo Girardi ( De Rosa Ceramica Flaminia), Volodymy Zagorodny (Miche Guerciotti), Anton Vorobev (Itera Katusha) e Gregoire  Tarride ( V.C. La Pomme Marseille) .

Sacha Modolo vince anche a Salsomaggiore e si riprende la maglia di leader.

Sacha Modolo (Colnago CSF) è primo a Salsomaggiore al termine della terza tappa del Giro di Padania.  E’ ancora uno sprint a ranghi compatti a decretare  il vincitore di tappa del Giro di Padania, una volata che ha visto prevalere il velocista già primo a Laigueglia davanti a Elia Viviani (Liquigas Cannondale), primo ieri a Vigevano, ed al ritrovato Danilo Napolitano (Acqua & Sapone Mokambo), già terzo nella tappa di ieri. Sono stati 187 i partenti nella terza frazione  del Giro di Padania che ha portato i concorrenti da Malpensa Lonate Pozzolo (Varese ) a Salsomaggiore (Parma).Gara velocissima quella seguita ne finale dal Commissario Tecnico della Nazionale Italiana  Paolo Bettini, lo dimostra il fatto che nella prima ora sono stati percorsi 52 chilometri. Al chilometro 47 di gara, in località Gudo Visconti al comando della competizione si forma un gruppetto di sette concorrenti formato da: Yannick Talabardon (Saur Sojasun), Wesley Sulzberger ( Nazionale Australia), Davide Orrico ( Unitedhealthcare Pro Cycling), Edoardo Girardi ( De Rosa Ceramica Flaminia), Volodymy Zagorodny (Miche Guerciotti), Anton Vorobev (Itera Katusha) e Gregoire  Tarride ( V.C. La Pomme Marseille) . Al traguardo volante di Pavia transita per primo Davide Orrico davanti a   Yannick Talabardon, mentre a Valle Salimbene, .al chilometro 84 di gara, si registra il vantaggio massimo dei sette al comando: 6’40”.. L’andatura è sempre elevata e dopo tre ore di corsa la media oraria è di 47, 500. Quando la corsa  giunge per  il primo passaggio da Salsomaggiore i fuggitivi vantano ancora un vantaggio di  1’55”  sul plotone.  Iniziano  i due giri finali, di diciotto chilometri cadauno,  e il plotoncino di testa si sfalda sulla salita del Poggetto, dove al primo passaggio transita davanti a tutti Edoardo Girardi ( De Rosa Ceramica Flaminia). Il gruppo si avvicina al varesino che viene raggiunto quando la corsa sale per la seconda volta verso il Gran Premio della Montagna di Poggetto. Si conclude così la fuga di giornata durata 168 chilometri.  Al secondo passaggi o dal Gran Premio della Montagna il gruppo transita allungato con in testa Daniel Oss (Liquigas Cannondale)  e Diego Ulissi (Lampre ISD). Negli ultimi dieci chilometri è il team Liquigas Cannondale a fare l’andatura. Nel finale c’è  l’attacco di Oscar Gatto (Farnese Neri) e Giuseppe De Maria ( De Rosa Ceramica Flaminia) che vengono  ripresi a quattro chilometri dalla conclusione. Ci prova poi Miguel Rubiano Chavez ( D’Angelo & Antenucci), quando mancano tre chilometri all’arrivo, il colombiano  conquista 8” di vantaggio a due chilometri dal traguardo. margine ridotto a 6” all’ultimo chilometro. Il fuggitivo viene riprese nel corso dell’ultimo chilometro ed è di nuovo un festival dei velocisti al Giro di Padania con la vittoria di Sacha Modolo (CSF Colnago) che riconquista così la maglia di leader della gara prima della tappa più impegnativa, quella che si concluderà domani in salita con il traguardo posto  a San Valentino di Brentonico.

Ordine d’Arrivo:

1° Sacha Modolo (Ita, Colnago – Csf)
2° Elia Viviani (Ita, Liquigas – Cannondale)
3° Danilo Napolitano (Ita, Acqua & Sapone)
4° Fabio Taborre (Ita, Acqua & Sapone)
5° Danilo Hondo (Ger, Lampre – ISD)
6° Manuel Belletti (Ita, Colnago – CSF)
7° Giovanni Visconti (Ita, Farnese – Neri)
8° Ariel Richeze (Arg,  D’Angelo & Antenucci)
9° Filippo Baggio (Ita, De Rosa – Flaminia)
10° Baptiste Planckaert (Bel, Lanbouwkrediet).

LE MAGLIE

Classifica generale Maglia Verde  –  progetto “Arsenale della Pace” –  Sacha  Modolo (Colnago CSF)
Classifica a punti  Maglia Ciclamino –  Il Melograno – Sacha Modolo (Colnago CSF)
Classifica gran premio della montagna Maglia Azzurra – Acqua Eva – Fonti Alta Valle del Po- Simone Campagnaro ( D’angelo & Antenucci Nippo)
Classifica giovani Maglia Bianca – Campiello – Panealba. –  Sacha Modolo (Colnago CSF)

LE TAPPE :

Martedì 6 settembre Paesana (Cuneo)  –   Laigueglia (Savona) km. 170.
Mercoledì  7 settembre Loano (Savona)  – Vigevano (Pavia) km.  187.
Giovedì 8 settembre Malpensa Lonate Pozzolo (Varese) – Salsomaggiore Terme (Parma)  Km. 198.
Venerdì  9 settembre  Noceto (Parma) – San Valentino di Brentonico (Trento)  km. 175 .
Sabato 10 settembre  Rovereto (Trento) – Montecchio  Maggiore (Vicenza) km  170.

Differita TV: Rai Sport 2 dalle ore 19:00 alle ore 19:45. Telecronaca di Andrea De Luca e Paolo Savoldelli.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow