Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La terza frazione del Giro di Padania, che ha preso il via questa mattina dal varesotto, misurerà 225 chilometri, da Malpensa Lonate Pozzolo (Varese) a Salsomaggiore (Parma). Per causa di forza maggiore, il percorso di gara originario è stato variato ed allungato di 25 chilometri, restando immutata la parte finale, ovvero il  circuito finale di Salsomaggiore, con la salita di Poggetto, un anello di km 18,6 che sarà ripetuto per due volte ed in cima all’ascesa finale sarà posto il Gran Premio della Montagna ( di 2^ categoria) in entrambi i passaggi. Per movimentare la corsa è stato previsto anche  il Traguardo volante a Pavia (Viale Certosa) al chilometro 76 di gara. L’arrivo è posto in Corso Matteotti a Salsomaggiore. La gara è ripartita con la maglia verde di leader della classifica  -  progetto “Arsenale della Pace” –  vestita da Elia Viviani, il ventiduenne corridore del team Liquigas Cannondale è il titolare anche della  classifica a punti, ovvero della  Maglia Ciclamino -  Il Melograno, che è vestita in gara da Sacha Modolo ( Colnago CSF), e della maglia bianca “Campiello – Panealba”,. portata in corsa da Luka Mezgec (Nazionale Slovenia). Il leader degli scalatori contraddistinto dalla Maglia Azzurra - Acqua Eva – Fonti Alta Valle del Po è, invece,  Simone Campagnaro (D’Angelo & Antenucci Nippo).

Alla partenza di Lonate il più applaudito è stato Ivan Basso

La terza frazione del Giro di Padania, che ha preso il via questa mattina dal varesotto, misurerà 225 chilometri, da Malpensa Lonate Pozzolo (Varese) a Salsomaggiore (Parma). Per causa di forza maggiore, il percorso di gara originario è stato variato ed allungato di 25 chilometri, restando immutata la parte finale, ovvero il  circuito finale di Salsomaggiore, con la salita di Poggetto, un anello di km 18,6 che sarà ripetuto per due volte ed in cima all’ascesa finale sarà posto il Gran Premio della Montagna ( di 2^ categoria) in entrambi i passaggi. Per movimentare la corsa è stato previsto anche  il Traguardo volante a Pavia (Viale Certosa) al chilometro 76 di gara. L’arrivo è posto in Corso Matteotti a Salsomaggiore. La gara è ripartita con la maglia verde di leader della classifica  –  progetto “Arsenale della Pace” –  vestita da Elia Viviani, il ventiduenne corridore del team Liquigas Cannondale è il titolare anche della  classifica a punti, ovvero della  Maglia Ciclamino –  Il Melograno, che è vestita in gara da Sacha Modolo ( Colnago CSF), e della maglia bianca “Campiello – Panealba”,. portata in corsa da Luka Mezgec (Nazionale Slovenia). Il leader degli scalatori contraddistinto dalla Maglia Azzurra – Acqua Eva – Fonti Alta Valle del Po è, invece,  Simone Campagnaro (D’Angelo & Antenucci Nippo). Davanti alla Clinica Iseni, che ha ospitato le operazioni preliminari della corsa, in una bella cornice coreografica, sono stati consegnati la maglia biancorossa “Studio Erde” riservata al più combattivo a Philipp Mamos (Amore & Vita),  il premio “Selle Italia” a Kamil Gradek (Nazionale Polonia), vincitore del traguardo volante della seconda frazione, e il premio speciale “Caffè Ghigo” all’assessore ai Servizi Sociali di Lonate Pozzolo Angelino Ausilia. Premio maglia “Fair Play”, infine, per il corridore Joaquin Sobrino, portacolori della formazione Caja Rural. A prendere il via sono stati 187 atleti, dopo i ritiri del belga Benjamin Gourgue (Landbouwkrediet) e dell’azzurro Emanuele Bindi (Meridiana Kamen Team).

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow