Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Giro di Padania, secondo atto. La Loano – Vigevano ha preso il via in perfetto orario dalla splendida località affacciata sul mar ligure. A salutare la carovana il sindaco di Loano Luigi Pignocca ed il suo vice, nonché assessore allo sport, Remo Zaccaria che hanno ribadito l'importanza di questo passaggio del grande ciclismo sulle strade della città europea dello sport “Questo titolo ci è stato assegnato dall'Unione Europea perchè abbiamo promosso uno sport per tutti” ha spiegato Zaccaria “Avere qui oggi anche i grandi campioni del ciclismo è per noi un vanto ed una grande occasione per far conoscere Loano nel mondo.”

190 gli atleti rimasti in gara dopo i ritiri di ieri ed il forfait dato da uno dei più attesi al via come Stefano Garzelli. L'uomo del momento è invece Sacha Modolo, l'hulk del Giro di Padania che, dopo aver sprigionato ieri tutta la propria potenza sul rettilineo finale di Laigueglia, si è colorato di verde con la prima maglia di leader della corsa della storia.

Modolo:”Sono al Padania e guardo al Mondiale”

Giro di Padania, secondo atto. La Loano – Vigevano ha preso il via in perfetto orario dalla splendida località affacciata sul mar ligure. A salutare la carovana il sindaco di Loano Luigi Pignocca ed il suo vice, nonché assessore allo sport, Remo Zaccaria che hanno ribadito l’importanza di questo passaggio del grande ciclismo sulle strade della città europea dello sport “Questo titolo ci è stato assegnato dall’Unione Europea perchè abbiamo promosso uno sport per tutti” ha spiegato Zaccaria “Avere qui oggi anche i grandi campioni del ciclismo è per noi un vanto ed una grande occasione per far conoscere Loano nel mondo.”

190 gli atleti rimasti in gara dopo i ritiri di ieri ed il forfait dato da uno dei più attesi al via come Stefano Garzelli. L’uomo del momento è invece Sacha Modolo, l’hulk del Giro di Padania che, dopo aver sprigionato ieri tutta la propria potenza sul rettilineo finale di Laigueglia, si è colorato di verde con la prima maglia di leader della corsa della storia.

Per il trevigiano classe 1987 della Colnago-CSF, è un’emozione nuova e speciale: “Per me è un onore vestire la prima maglia verde della storia del Giro di Padania. Sono molto contento della prova di ieri”. Gioia e soddisfazione, per una vittoria che lo candida prepotentemente ad una maglia azzurra per i prossimo mondiali di Copenaghen, dopo aver conquistato lo scorso agosto il secondo posto nella preolimpica di Londra battuto solo da un irresistibile Mark Cavendish (Htc-High Road).

Sul traguardo ligure della prima tappa, Sacha Modolo si è fatto di nuovo notare agli occhi del CT della nazionale Paolo Bettini, in seguito alle due vittorie alla settimana Lombarda: “Sono venuto qui al Padania per dare un segnale importante per il mondiale, e sono felice di averlo dato alla prima occasione”.

Prima di guardare al mondiale c’è però da pedalare ancora molto in val padana, con altre occasioni per le ruote veloci: “In tanti vorranno provare a vincere, c’è tanta concorrenza agguerrita. Quindi ci proverò, ma se ci sarà da rischiare troppo tirerò i freni. Non voglio mettere a repentaglio il mondiale di Copenaghen”. Modolo non si accontenta di essere l’eroe del momento. Una maglia iridata è come un diamante: è per sempre.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow