Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Volata di potenza di Sacha Modolo (Colnago CSF) al termine della prima tappa del Giro di Padania dove si è registrato un vero e proprio festival dei velocisti italiani con  Modolo che ha preceduto Elia Viviani (Liquigas Cannondale), Manuel Belletti ( Colnago CSF), Bertolini (Androni CIPI), Gatto ( Farnese Neri) e il Campione Italiano Giovanni Visconti ( Farnese Neri). Inizia in maniera spumeggiate il Giro di Padania. Subito dopo il via da Paesana (Cuneo) si registrano una serie di scatti. Al quarto chilometro  c’è la prima fuga di giornata. Protagonisti  Pawel Berans (Nazionale Polonia), Federico Rocchetti (De Rosa Ceramica Flaminia) e  Simone Campagnaro (D'Angelo & Antenucci). Sarà l’azione che caratterizzerà la prima tappa della competizione voluta dall’Associazione Sportiva Monviso Venezia e dalla Società Ciclistica Alfredo Binda. Il gruppo non reagisce e al chilometro 14 di gara, dopo 10 chilometri  in avanscoperta, i fuggitivi hanno un vantaggio di 3’05”. Il vantaggio massimo per chi fugge si registra la chilometro 25 di gara quando il cronometro segna un margine di 9’00”. Il traguardo volante di Fossano vede transitare per primo Berans (Nazionale Polonia), mentre a Mondovì, quando sono stati percorsi 70 chilometri, un gruppo di manifestanti cerca di bloccare la gara.

Padania: Sacha Modolo vince a Laigueglia e indossa la maglia verde.

Volata di potenza di Sacha Modolo (Colnago CSF) al termine della prima tappa del Giro di Padania dove si è registrato un vero e proprio festival dei velocisti italiani con  Modolo che ha preceduto Elia Viviani (Liquigas Cannondale), Manuel Belletti ( Colnago CSF), Bertolini (Androni CIPI), Gatto ( Farnese Neri) e il Campione Italiano Giovanni Visconti ( Farnese Neri). Inizia in maniera spumeggiate il Giro di Padania. Subito dopo il via da Paesana (Cuneo) si registrano una serie di scatti. Al quarto chilometro  c’è la prima fuga di giornata. Protagonisti  Pawel Berans (Nazionale Polonia), Federico Rocchetti (De Rosa Ceramica Flaminia) e  Simone Campagnaro (D’Angelo & Antenucci). Sarà l’azione che caratterizzerà la prima tappa della competizione voluta dall’Associazione Sportiva Monviso Venezia e dalla Società Ciclistica Alfredo Binda. Il gruppo non reagisce e al chilometro 14 di gara, dopo 10 chilometri  in avanscoperta, i fuggitivi hanno un vantaggio di 3’05”. Il vantaggio massimo per chi fugge si registra la chilometro 25 di gara quando il cronometro segna un margine di 9’00”. Il traguardo volante di Fossano vede transitare per primo Berans (Nazionale Polonia), mentre a Mondovì, quando sono stati percorsi 70 chilometri, un gruppo di manifestanti cerca di bloccare la gara. La gara continua e va affrontare le prime asperità. Sul Colle di Casotto (metri 1305) peerde contatto Berans (Nazionale Polonia), restano al comando Rocchetti (De Rosa Ceramica Flaminia) e Campagnaro (D’Angelo & Antenucci) che sul primo Gran Premio della Montagna transitano con un vantaggio di. 4’28” sul gruppo. E’ Campagnaro il primo a transitare, così come sul successivo Gran Premio della Montagna di Colle San Bernado, quando il duo di testa transita con un margine di 2’45” sul gruppo. Quando la corsa giunge sulla  Riviera Ligure, ad Alberga, chi fugge ha ancora un margine di 2’35” su gruppo. A dieci chilometri dall’arrivo dal plotone esce all’inseguimento Tamayo (Wit). A otto chilometri dall’arrivo il gruppo condotto dal team Colnago CSF ha ancora 2’00” di ritardo, l’andatura è elevatissima . A 6 chilometri dall’arrivo Rocchetti e Campagnaro possono vantare 1’00” su gruppo guidato da  Ivan Basso ( Liquigas Cannondale ). L’avventura del duo di testa si esaurisce dopo il triangolo rosso dell’ultimo chilometro. Parte la volata sul lungomare di Laigueglia e le ruote veloci italiane sono tutte nelle prime posizioni con Sacha Modolo che va a vincere con autorità vestendo la prima maglia verde di leader del Giro di Padania. Domani seconda tappa con partenza da Loano (Savono) e arrivo a Vigevano (Pavia) dopo 187 chilometri di corsa.

LE MAGLIE

Classifica generale Maglia Verde  –  progetto “Arsenale della Pace” – Sacha Modolo (Colnago CSF)
Classifica a punti  Maglia Ciclamino –  Il Melograno – Sacha Modolo ( Colnago CSF)
Classifica gran premio della montagna Maglia Azzurra – Acqua Eva – Fonti Alta Valle del Po- Simone Campanaro ( D’angelo & Antenucci Nippo)
Classifica giovani Maglia Bianca – Campiello – Panealba. – Sacha Modolo ( Colnago CSF)

LE TAPPE :

Martedì 6 settembre Paesana (Cuneo)  –   Laigueglia (Savona) km. 170.
Mercoledì  7 settembre Loano (Savona)  – Vigevano (Pavia) km.  187.
Giovedì 8 settembre Malpensa Lonate Pozzolo (Varese) – Salsomaggiore Terme (Parma)  Km. 198.
Venerdì  9 settembre  Noceto (Parma) – San Valentino di Brentonico (Trento)  km. 175 .
Sabato 10 settembre  Rovereto (Trento) – Montecchio  Maggiore (Vicenza) km  170.

Differita TV: Rai Sport 2 dalle ore 19:00 alle ore 19:45. Telecronaca di Andrea De Luca e Paolo Savoldelli.

Ordine d’Arrivo:

1) Sacha Modolo (Ita, Colnago – Csf)
2) Elia Viviani (Ita, Liquigas – Cannondale)
3) Manuel Belletti (Ita, Colnago – Csf)
4) Alessandro Bertolini (Ita, Androni – CIPI),
5) Oscar Gatto (Ita, Farnese – Neri)
6) Giovanni Visconti (Ita, Farnese – Neri),
7) Enrico Montanari (Ita, Wit),
8) Luka Mezgec (Slo, Nazionale Slovenia)
9) Angelo Furlan (Ita, Cristina Watches)
10) Claudio Corioni (Ita, Acqua & Sapone)

La cronaca della corsa

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow