Un lampo tricolore sul traguardo di Carnago. E’ Giovanni Visconti (Farnese Neri).  Il Campione Italiano conquista con una volata d’autore il Gran Premio Industria Commercio e  Artigianato Carnaghese – Targa d’oro Carrozzeria Blue Flame, manifestazione che ha festeggiato il quarantesimo anno della sua storia a cura della Società Ciclistica Carnaghese. Alla presenza del Commissario Tecnico Paolo Bettini e di Alfredo Martini sul Circuito del Seprio si sono sfidate diciannove formazioni  per 144 concorrenti.  Da percorre 199 chilometri con gli strappi di Solbiate Arno e Castelseprio come punti di maggiore difficoltà. Sono Riccardo Zoso ed Adriano Zanzi a dare il via ufficiale alla competizione che gli atleti interpretano subito in modo vivace. Dopo 38 chilometri di corsa, in località Caronno Varesino, prende forma la fuga che caratterizzerà buona parte della corsa. In avanscoperta  Caccia (Farnese), Jeannenson (Fdj),  Gorato (Geox),  Bodrogi (Type1) e il figlio d’arte  Van Poppel (Unitedhealthcare). 

Ancora un big a Carnago: successo del Campione nazionale Giovanni Visconti

Un lampo tricolore sul traguardo di Carnago. E’ Giovanni Visconti (Farnese Neri).  Il Campione Italiano conquista con una volata d’autore il Gran Premio Industria Commercio e  Artigianato Carnaghese – Targa d’oro Carrozzeria Blue Flame, manifestazione che ha festeggiato il quarantesimo anno della sua storia a cura della Società Ciclistica Carnaghese. Alla presenza del Commissario Tecnico Paolo Bettini e di Alfredo Martini sul Circuito del Seprio si sono sfidate diciannove formazioni  per 144 concorrenti.  Da percorre 199 chilometri con gli strappi di Solbiate Arno e Castelseprio come punti di maggiore difficoltà. Sono Riccardo Zoso ed Adriano Zanzi a dare il via ufficiale alla competizione che gli atleti interpretano subito in modo vivace. Dopo 38 chilometri di corsa, in località Caronno Varesino, prende forma la fuga che caratterizzerà buona parte della corsa. In avanscoperta  Caccia (Farnese), Jeannenson (Fdj),  Gorato (Geox),  Bodrogi (Type1) e il figlio d’arte  Van Poppel (Unitedhealthcare).  Quarantaquattro i chilometri percorsi nella prima ora. Per i fuggitivi il vantaggio massimo è di 4’35” e la loro avventura si esaurisce dopo 118 chilometri, sulla salita di Castelseprio,  al chilometro 156 di corsa .In corsa restano novanta  concorrenti. Prova ad allungare Sano (D’Angelo & Antenucci ) che conquista 26” di margine sugli inseguitori, al suono della campana allungano Tedeschi (Lampre), Paterski (Liquigas), Taborre (Acqua & Sapone), Serpa (Androni),  Battaglin (Colnago),  Bailetti  e Girardi (De Rosa Flaminia),  De Negri (Farnese) e  Pinot (Fdj). I nove al comando guadagnano 31” su chi insegue, poi la Farnese Vini si pone al comando del gruppo  riduce lo svantaggio.  Paolo Bailetti con ci sta e mentre il gruppo rientra sui fuggitivi rilancia l’andatura e resta solitario al comando.  Sedici secondi per il portacolori della De Rosa Flaminia che viene ripreso  a quattro chilometri dal traguardo. All’ultimo chilometro  allunga Leonardo Bertagnolli (Lampre) che conquista una manciata di secondi. Ripreso Bertagnolli parte la volata con la maglia tricolore di Giovanni Visconti davanti a tutti sullo strappetto che anticipa il rettilineo finale. Per il Campione Italiano si tratta del quarto successo stagionale.

Ordine d’Arrivo:

1) Giovanni Visconti (Ita, Farnese – Neri)
2) Simone Ponzi (Ita, Liquigas – Cannondale) A 1”
3) Manuel Belletti (ita, Colnago – Csf) s.t.
4) Gian Luca Brambilla (Ita, Colnago – Csf) s.t.
5) Carlos Betacurt (Col, Acqua & Sapone) a 2”
6) Jure Kocyan (Slo, Type1) s.t.
7) Davide Rebellin (Ita, Miche – Guerciotti) s.t.
8) Andrea Piechele (Ita, Colnago – Csf) s.t.
9) Miguel Angel Rubiano Chavez (Col, D’Angelo & Antenucci – Nippo) s.t.
10) Daniele Colli (Ita, Geox – TMC) s.t.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow