Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La terza tappa del Giro della Valle d’Aosta 2011 va al francese Antoine Lavieu: 20 anni, originario di Cannes, si è imposto sul traguardo di Valgrisenche con trentanove secondi di vantaggio sull’americano Joseph Dombrokswki e 1’17 sul belga Steve Bekaert, ultimo reduce della fuga di giornata che era partita dopo appena 25 chilometri.

In classifica generale Nikita Novikov mantiene la maglia gialla, anche se una caduta nella discesa di Les Combes – che ha coinvolto anche il suo compagno di squadra Dmitriy Ignatyev – lo ha obbligato a perdere qualche secondo.

Chi invece esce da questa tappa fortificato è Fabio Aru, che a metà dell’ultima salita ha salutato il gruppo dei migliori della generale per andarsene al traguardo da solo e guadagnare 1’35 sulla maglia gialla, conquistando così il secondo posto ai danni di Yoann Michaud (appena 21° a 5’05). Terzo nella generale il vincitore di giornata, Antoine Lavieu, che quindi sostituirà il compagno di squadra nazionale nella corsa al primato nella seconda parte del Giro della Valle d’Aosta 2011 che scatta domani, venerdì, con la Rivara – Rivara.

Il Valle d’Aosta parla ancora francese: trionfo di Lavieu

La terza tappa del Giro della Valle d’Aosta 2011 va al francese Antoine Lavieu: 20 anni, originario di Cannes, si è imposto sul traguardo di Valgrisenche con trentanove secondi di vantaggio sull’americano Joseph Dombrokswki e 1’17 sul belga Steve Bekaert, ultimo reduce della fuga di giornata che era partita dopo appena 25 chilometri.

In classifica generale Nikita Novikov mantiene la maglia gialla, anche se una caduta nella discesa di Les Combes – che ha coinvolto anche il suo compagno di squadra Dmitriy Ignatyev – lo ha obbligato a perdere qualche secondo.

Chi invece esce da questa tappa fortificato è Fabio Aru, che a metà dell’ultima salita ha salutato il gruppo dei migliori della generale per andarsene al traguardo da solo e guadagnare 1’35 sulla maglia gialla, conquistando così il secondo posto ai danni di Yoann Michaud (appena 21° a 5’05). Terzo nella generale il vincitore di giornata, Antoine Lavieu, che quindi sostituirà il compagno di squadra nazionale nella corsa al primato nella seconda parte del Giro della Valle d’Aosta 2011 che scatta domani, venerdì, con la Rivara – Rivara.

La tappa di domani.

E’ nata come la tappa per velocisti – i Mondiali di Copenhagen non sono troppo lontani – e forse la Rivara – Rivara di domani, venerdì 26 agosto, sarà vinta da uno sprinter.

Ma il forse è d’obbligo. Perché i 167 chilometri di corsa in programma sulle strade della destra orografica del torrente Orco nascondono mille insidie. Cinque gran premi della Montagna – il più difficile quello di Alpette nella prima metà di corsa – con l’ultimo scollinamento a poco meno di cinquanta chilometri, ma è verosimile che la corsa si possa decidere prima di quest’ultima salita. E’ una tappa da fughe, anche di fughe bidone: gli uomini di classifica potrebbero perdere terreno senza accorgersene, e i cosiddetti outsider capaci di sfruttare il loro entusiasmo ritrovandosi magari catapultati nelle zone alte della classifica generale.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI:

Antoine Lavieu è stagista della Cofidis da agosto, ma difficilmente passerà professionista nella squadra bianca e rossa nel 2012. A soli vent’anni, però, il ragazzo di Cannes promette bene. “Sono partito a due chilometri dal GpM di Les Combes. Ho pensato: se va, bene, se non va, pazienza. E invece il gruppo mi ha lasciato andare via, e sono salito del mio passo fino a raggiungere l’ultimo fuggitivo di giornata, Steve Bekaert. L’ho saltato e sono andato al traguardo. Adesso ho vinto una tappa e proverò a lottare per la generale. La tappa di sabato a Torgnon mi si addice”.

Nikita Novikov attribuisce alla caduta di Les Combes il ritardo all’arrivo. “Sono caduto, ho perso una quarantina di secondi ma sono riuscito a rientrare sul gruppo di Aru e Cattaneo. Poi, quando Aru è scattato, non ho potuto rispondere anche perché ero rimasto senza borraccia. Negli ultimi quattro – cinque chilometri ho patito il caldo e la sete, e ho provato a difendermi alla meglio. Domani a Rivara dovrò stare attento, sabato e domenica vedremo cosa riuscirò a fare ancora”.

L’eroe di giornata è però il belga della Omega Pharma Steve Bekaert, in fuga fin dal mattino: prima in undici (con lui Mattia Pozzo, vincitore dei due sprint cash di giornata, e il redivivo Manuel Bongiorno), poi da solo fino ad appena sei chilometri dall’arrivo, quando è stato raggiunto e superato da Lavieu. “Un terzo posto in questo Giro è comunque un ottimo risultato. Non avevo velleità di classifica, e ho provato. Poteva andare meglio, ma sono comunque soddisfatto.

Ordine d’Arrivo:

1° Lavieu Antoine (Equipe de France)
2° Joseph Dombrokswki (Usa National Team) a 1’04”
3° Steve Bekaert (Omega Pharma Lotto Davo) a 1’17”
4° Fabio Aru (Team Palazzago) a 2’22”
5° Rob Squire (Usa National Team) a 2’29”
6° Nikolay Mihaylov (Avc Aix En Provence) 
7° Ricardo Pichetta (Team Cerone) a 2’37”
8° Stefano Locatelli (Team Colpak)
9° Donato De Ieso (Vejus) a 2’40”
10° Mattia Cattaneo (Trevigiani) a 2’43”

Classifica generale:
1° Nikita Novikov (Itera Katusha)
2° Fabio Aru (Team Palazzago) a 2’03”
3° Antoine Lavieu (Equipe De France) a 2’23”
4° Donato De Ieso (Vejus) a 3’26”
5° Joseph Dombrokswki (Usa National Team) a 3’30”
6° Mattia Cattaneo (Trevigiani) a 3’35”
7° Rob Squire (Usa National Team) a 3’41”
8° Floris Smeyers (Ovyta Eijssen Acrog) a 4’55”
9° Yoann Michaud (Equipe De France) a 5’06”
10° Ricardo Pichetta (Team Cerone) a 5’15”

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow