Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

E' stata la pioggia l'indiscussa dominatrice della terza serata della Sei Giorni delle Rose. Un violentissimo acquazzone, iniziato poco dopo le 20, ha di fatto chiuso sul nascere una serata che già si preannunciava pirotecnica. Comunque, al momento, i nuovi leader, sebbene virtuali, della manifestazione sono Sebastian Donadio e Walter Perez (La Rocca), in virtù di una di una classifica completamente  ridisegnata dall'America della notte precedente, valida per la terza giornata. La gara, vinta proprio tandem targato La Rocca, ha visto tre coppie avvantaggiarsi di un giro su tutte le altre: oltre a Donadio-Perez, protagonisti della riuscita «caccia» sono stati Kadlec-Kankovski (Macro) e De Poorteere-Schets (Ferri).
La terza tappa, «saltata» completamente oggi, verrà comunque recuperata domani, anticipando alle 19 il via della riunione e spostando l'Americana di 100 chilometri dalle 20.30 alla chiusura della serata, attorno alle 22.30 (la prova sarà comunque valida per la tappa successiva).

La Sei Giorni delle Rose si arrende solo al maltempo

E’ stata la pioggia l’indiscussa dominatrice della terza serata della Sei Giorni delle Rose. Un violentissimo acquazzone, iniziato poco dopo le 20, ha di fatto chiuso sul nascere una serata che già si preannunciava pirotecnica. Comunque, al momento, i nuovi leader, sebbene virtuali, della manifestazione sono Sebastian Donadio e Walter Perez (La Rocca), in virtù di una di una classifica completamente  ridisegnata dall’America della notte precedente, valida per la terza giornata. La gara, vinta proprio tandem targato La Rocca, ha visto tre coppie avvantaggiarsi di un giro su tutte le altre: oltre a Donadio-Perez, protagonisti della riuscita «caccia» sono stati Kadlec-Kankovski (Macro) e De Poorteere-Schets (Ferri).
La terza tappa, «saltata» completamente oggi, verrà comunque recuperata domani, anticipando alle 19 il via della riunione e spostando l’Americana di 100 chilometri dalle 20.30 alla chiusura della serata, attorno alle 22.30 (la prova sarà comunque valida per la tappa successiva). Le uniche gare disputate stasera sono così state quelle valide per la terza e ultima giornata dell’Omnium delle categorie giovanili. Vincitori delle singole prove sono risultati Angelo Cuguttu (Torrile) nello Scratch Esordienti, Andrea Cornacchione (Torrile) nei 200 Metri Lanciati Allievi (12.20), Marina Lotti (Viner Factory) nella Corsa a punti Esordienti e Allieve, Federico Turci (Cadeo Carpaneto) nei 200 Metri Lanciati Esordienti (12.67), Giulio Branchini (Team Barba) nella Corsa a punti Allievi, Giulia Nanni (Viner Factory) nello Scratch Donne Esordienti e Allieve e Simone Canvelli (Torrile) nella Corsa a punti Esordienti. Annullate invece, causa pioggia, le tre Serie Sprint conclusive.
Al termine, le classifiche finali delle tre categorie se le sono aggiudicate Andrea Cornacchione del Torrile (allievi), Marina Lotti del Team Vinier Factory (Donne Esordienti e Allieve) e Simone Canvelli del Torrile (Esordienti).
Classifica provvisoria Sei Giorni delle Rose (prima della conclusione della terza tappa): 1.  Donadio-Perez (La Rocca) 46 punti; 2.De Poorteere- Schets (Ferri) 32; 3. Kadlec-Kankovski (Macro); 4. Guarnieri-Viviani (Pulinet) 96 (- 1 giro); 5. Lampater-Marvulli (Rossetti) 56 (-1); 6. Hochmann-Blaha (Acef) 49 (-1); 7. Madsen-Hester (Indacoo) 36 (-1); 8. Lea-Simes (Gas Sales) 33 (-1); 9. Edwards-Hoffman (Rosti) 27 (-1); 10. Glowacki-Ratajczyk (Pavinord) 16 (-1); 11. Dostal-Hacecky (Il Container) 16 (-1); 12. Elorriaga-Muntaner (Alu Tecno) 15 (-1); 13. Lagkuti-Radionov (Peugeot) 10 (-1); 14. Ciccone-Masotti (Pinarello) 10 (-1); 15. Grassmann-Edmuller (CMO Trading) 7 (-1), 16. Marcolina-Simpson (Conad) 6 (-1); 17. Buttazzoni-Jonkman (Arda Natura) 2 (-1); 18. Zhurkin-Khatuntsev (Garbi) 0 (-1); 19. Nielsen-Morkov (Mori Onofrio) 0 (-1); 20. Sabka-Luttrell (Padana Impianti) 0 (-6).

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow