Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La categoria Giovanissimi è una categoria ludica, nella quale, a nostro avviso, non si dovrebbero fare classifiche e non si dovrebbe neppure mandare la giuria: i piccoli corridori dovrebbero correre per puro divertimento senza la minima pressione del risultato.

Nonostante questo, la politica Federale non è sufficientemente chiara, da un lato si stigmatizza il risultato, dall’altra si conferma la presenza delle giurie, riducendo però il numero di commissari da 3 o 4 del 2010, a 2 soli commissari.

Con soli due commissari il controllo della corsa è assolutamente precario, soprattutto in quelle gare ricche di partenti. Così facendo, il Consiglio Federale ha posto i commissari nella condizione di essere responsabili del controllo della gara, ma di non essere in grado di garantirlo.

il C.R. Piemonte vicino alle società: previsti tre giudici per i Giovanissimi

La categoria Giovanissimi è una categoria ludica, nella quale, a nostro avviso, non si dovrebbero fare classifiche e non si dovrebbe neppure mandare la giuria: i piccoli corridori dovrebbero correre per puro divertimento senza la minima pressione del risultato.

Nonostante questo, la politica Federale non è sufficientemente chiara, da un lato si stigmatizza il risultato, dall’altra si conferma la presenza delle giurie, riducendo però il numero di commissari da 3 o 4 del 2010, a 2 soli commissari.

Con soli due commissari il controllo della corsa è assolutamente precario, soprattutto in quelle gare ricche di partenti. Così facendo, il Consiglio Federale ha posto i commissari nella condizione di essere responsabili del controllo della gara, ma di non essere in grado di garantirlo.

I commissari, le loro commissioni e le società non hanno ben digerito una norma destinata a creare problemi pratici nello svolgimento delle gare.

Il solo Piemonte, ha deciso di continuare, giustamente, a designare tre commissari, al fine di evitare i problemi sopra descritti. Rocco Marchegiano ha lasciato via libera a Pier Carlo Baima, presidente dei giudici piemontesi, di valutare a seconda del numero di iscritti, in modo da non andare a creare problemi a nessuno solamente per un piccolissimo risparmio economico.

E’ possibile che solo un comitato abbia saputo schierarsi dalla parte delle società   ?

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow