Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Villa Recalcati a Varese ha ospitato la presentazione bosina del  Gran Premio Regio Insubrica, gara internazionale per professionisti in programma sabato 26 febbraio, con partenza da Campione d’Italia e arrivo in via Trentini a Varese. La manifestazione organizzata dalla Società ciclistica Alfredo Binda, in collaborazione con il Velo club Lugano, vedrà al via 149 concorrenti suddivisi in 19 formazioni in rappresentanza di 22 nazioni. Un evento che gode del sostegno di Provincia di Varese e Regio Insubrica e che avrà come numero 1 in gara il varesino Ivan Basso (Liquigas Cannondale), nelle file della Farnese Neri gareggerà il Campione Italiano Giovanni Visconti e al via anche i vincitori delle precedenti due edizioni: Francesco Ginanni (Androni Giocattoli)  e Samuel Domoulin (Cofidis), mentre nel team GEOX TMC sarà in corsa il colombiano Fabio Duarte, che nel 2008 a Varese vinse il titolo iridato tra gli under 23, e a  capitanare il team AG2R La Mondiale ci saranno l’irlandese Nicolas Roche e Rinaldo Nocentini.

Sabato dalle 12 il G.P. Insubria a Varese e in Diretta su ciclismo-online

Villa Recalcati a Varese ha ospitato la presentazione bosina del  Gran Premio Regio Insubrica, gara internazionale per professionisti in programma sabato 26 febbraio, con partenza da Campione d’Italia e arrivo in via Trentini a Varese. La manifestazione organizzata dalla Società ciclistica Alfredo Binda, in collaborazione con il Velo club Lugano, vedrà al via 149 concorrenti suddivisi in 19 formazioni in rappresentanza di 22 nazioni. Un evento che gode del sostegno di Provincia di Varese e Regio Insubrica e che avrà come numero 1 in gara il varesino Ivan Basso (Liquigas Cannondale), nelle file della Farnese Neri gareggerà il Campione Italiano Giovanni Visconti e al via anche i vincitori delle precedenti due edizioni: Francesco Ginanni (Androni Giocattoli)  e Samuel Domoulin (Cofidis), mentre nel team GEOX TMC sarà in corsa il colombiano Fabio Duarte, che nel 2008 a Varese vinse il titolo iridato tra gli under 23, e a  capitanare il team AG2R La Mondiale ci saranno l’irlandese Nicolas Roche e Rinaldo Nocentini.
Il presidente della Società Ciclistica Alfredo Binda,   Renzo Oldani, ha elogiato i suoi collaboratori e coloro che hanno  fortemente voluto questo evento: “ Ringrazio la Provincia di Varese, la Regio Insubrica e in particolare il Presidente Galli per aver voluto con decisione questo appuntamento. Sabato sul percorso ci sarà anche il Commissario Tecnico della nazionale Paolo Bettini a dimostrazione del fatto che si tratta di una gara di grande interesse e che presenta, nel circuito che si snoda tra Varese e i comuni limitrofi, un percorso nervoso e di grande fascino.Un plauso va alle istituzioni e agli sponsor privati che ci sostengono quali Enel, Mapei, Tigros e Ubi Banca Popolare di Bergamo oltre naturalmente a Campione d’Italia con tutte le sue componenti: Azienda Turistica, Casinò Municipale e Amministrazione Comunale ”. Entusiasta dell’evento il presidente della Provincia di Varese Dario Galli: “Si tratta di un Gran Premio che in pochi anni è diventato un appuntamento importante nel panorama delle competizioni ciclistiche – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Varese – E’ una gara tra le prime della stagione professionistica e godrà anche di una buona copertura televisiva. La nostra provincia è l’unica in Italia a ospitare e organizzare, insieme alla Tre Valli, due corse di grande spessore e a promuovere in maniera concreta questo bellissimo sport. Questa corsa, che attraversa tutte le province insubriche, di anno in anno, fisserà il proprio arrivo in un capoluogo di provincia differente. Vorrei anche aprire una parentesi sull’istituzione Regio Insubrica, la quale, dopo un periodo non certo semplice sotto il profilo dei rapporti con il Canton Ticino, è tornata a lavorare con pieno ritmo lasciandosi alle spalle ogni polemica. Con questo Gran Premio, infatti, si va nella direzione tracciata dalla Regio, ovvero si lavora in sinergia per organizzare una serie di grandi eventi culturali e sportivi, finalizzati alla promozione dei territori e delle province appartenenti alle Regio stessa. Concludo ringraziando tutti quelli che hanno lavorato all’organizzazione di questo evento: la società Alfredo Binda del presidente Renzo Oldani, l’assessorato provinciale allo Sport e l’Agenzia del Turismo, che dà sempre il suo importante contributo in termine di promozione degli eventi». Parole di elogio per gli organizzatori anche da parte  dell’Assessore allo Sport Giuseppe De Bernardi Martignoni: “E’ un piacere annoverare anche questo Gran Premio tra le tante manifestazioni sportive che si svolgono nella nostra provincia. Si tratta di una gara che coinvolge territori italiani e svizzeri uniti dall’amore per il ciclismo, uno sport che sa ancora essere vicino alla gente”. Paola Della Chiesa, Direttore dell’Agenzia del Turismo ha ricordato che “Il Gran Premio della Regio ha goduto anche della grande vetrina della Bit che si è appena conclusa a Milano. La presenza della televisione alla gara è un segnale importante e in sintonia con il lancio del nostro sport che sta andando in onda sulle televisioni tedesche. E proprio le televisioni e i media sono fondamentali nella promozione dei nostri territori, poiché veicolano, attraverso le immagini, le nostre bellezze”. Venerdì pomeriggio a Campione d’Italia ( ore 15 –17) ci saranno le operazioni preliminari. Sabato al partenza è prevista per le ore 12, 167 i chilometri di corsa con l’arrivo alle ore 16.15 circa a Varese.

IL PERCORSO

Sarà un percorso completamente rinnovato rispetto alle precedenti due edizioni quello del Gran Premio Regio  Insubrica. Il tracciato prevede una prima parte in linea di 69 chilometri che toccherà, dopo il via dal lungolago di  Campione d’Italia, il territorio elvetico passando da Bissone, Maroggia, Melano, Capolago, Riva San Vitale e Brusino Arsizio prima di giungere in Italia dal valico di Porto Ceresio. Verrà poi percorso un tratto in Provincia di Varese attraversando Besano, Bisuschio, Viggiù, Baraggia di Viggiù e  Gaggiolo di Cantello per poi entrare sul territorio della Provincia di Como a Rodero, dopo 33 chilometri di corsa, e continuare attraverso Valmorea, dove sarà posto il traguardo per ricordare Aldo Sassi, Uggiate Trevano, Gaggino Faloppio, Olgiate Comasco, Solbiate Comasco, Binago per poi rientrare sul territorio della Provincia di Varese a Malnate. Da Malnate la gara proseguirà passando da Vedano Olona, località Ponte di Vedano, Lozza, Gazzada, Buguggiate, per poi scendere a Capolago, proseguire sino in località Schiranna  di Varese e salire dall’ascesa di  Bobbiate fino in via Trentini ( sede della Provincia di Varese) dove verrà esposto il cartello indicante quattro giri alla conclusione, ovvero 98 chilometri da percorrere. Il circuito finale è di ampio respiro, non molto impegnativo. Inizialmente la gara passerà dal centro di Varese attraverso le vie Trentini, XXV Aprile, Sacco, Marcobi, Piazza Monte Grappa, Veratti, Indipendenza, Morandi, Crispi Castoldi, Sanvito Silvestro e Caracciolo, poi lasciato Masnago proseguirà per Casciago, Luvinate, Barasso, Comerio e Gavirate. La città dei ” brutti e buoni” verrà attraversata nella zona centrale per poi proseguire sulla strada provinciale lacuale passando da Voltorre, Oltrona al Lago, Calcinate del Pesce e Schiranna prima di risalire verso l’arrivo di via Trentini. Quattro giri con il finale che riproporrà la parte conclusiva della Tre Valli Varesine dello scorso anno per una competizione che si annuncia spettacolare. La partenza alle ore 12 con l’arrivo poco dopo le ore 16.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow