Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Gent.mo direttore,

come lei sà bene io non intervengo e non mi arrabbio per le citazioni e gli articoli non condivisi, la libertà di espressione e di opinione è per me indispensabile condizione di vita oltre la quale c'è l'orrendo metodo del pensiero unico e delle dittature che speravamo fossero superate dall'intelligenza, purtroppo alcuni ambienti e alcune sacche hanno ancora qualche problema.

Detto questo vorrei però chiarire una sua citazione nell'articolo del ritiro della nazionale a Valencia e cioè:

"Forse aveva ragione Claudio Santi quando diceva che il velodromo coperto non sarebbe servito a nulla, dal momento che alcune tra le nazionali più vincenti su pista non ne dispongono e, anzi, nella stagione estiva si allenano in Italia."

Claudio Santi:”Il velodromo coperto sarebbe utile, solo se all’interno ci fossero gli Uffici Federali”

Gent.mo direttore,

come lei sà bene io non intervengo e non mi arrabbio per le citazioni e gli articoli non condivisi, la libertà di espressione e di opinione è per me indispensabile condizione di vita oltre la quale c’è l’orrendo metodo del pensiero unico e delle dittature che speravamo fossero superate dall’intelligenza, purtroppo alcuni ambienti e alcune sacche hanno ancora qualche problema.

Detto questo vorrei però chiarire una sua citazione nell’articolo del ritiro della nazionale a Valencia e cioè:

“Forse aveva ragione Claudio Santi quando diceva che il velodromo coperto non sarebbe servito a nulla, dal momento che alcune tra le nazionali più vincenti su pista non ne dispongono e, anzi, nella stagione estiva si allenano in Italia.”

Io non ritengo che non serva il velodromo coperto, anzi lo ritengo indispensabile per l’attività su pista e ci avrei costruito dentro anche la nuova sede della Federazione evitando di rimanere in una burocrazia romana dove non c’è un minimo di contatto con l’attività. Probabilmente ho detto che non ci si doveva illudere che fosse la causa dei non risultati e che non sarebbero cambiati con il velodromo coperto perché occorre ben altro, il ciclismo su pista è una specializzazione che si è ampliata molto è da conoscere con competenza ed amore.

La saluto cordialmente e mi scuso se non sono stato chiaro

Claudio Santi

Ad essere poco chiari siamo stati noi e ce ne scusiamo con l’interessato e con i visitatori. L’inutilità del velodromo di Montichiari andava letta nell’ottica del miglioramento dei risultati, lo stesso scopo per cui, con tutta probabilità, la squadra azzurra sta facendo la preparazione a Valencia e non a Montichiari.

Santi ha perfettamente ragione, la naturale collocazione degli Uffici Federali sarebbe proprio all’interno del neonato velodromo. In questo modo sarebbero più vicini all’attività e non costerebbero nulla, a Roma sarebbe sufficiente tenere un ufficio presidenziale di rappresentanza. Invece, gli Uffici Federali sono a Roma, nei pressi dei bagni dello stadio Olimpico, e a Milano dove il CONI ha di recente acquistato un palazzo all’interno del quale sono ospitati gli uffici milanesi della FCI. I costi di questa operazione, come è facilmente immaginabile, sono esorbitanti e questa spesa ha sottratto importanti contributi all’attività sportiva.

Se la gestione Federale delle vicende del Velodromo di Montichiari fosse più attenta, forse non migliorerebbero le prestazioni degli atleti, ma sicuramente qualche quattrino lo si potrebbe risparmiare e di avrebbe di certo una gestione più efficiente della complessa macchina federale. Staremo a vedere se con la gestione di Di Rocco almeno miglioreranno i risultati …

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow