Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Circa un anno fa, la Federazione, con un provvedimento storico per l’antiquato mondo del ciclismo, ha stabilito che le iscrizioni alle gare dovessero essere fatte obbligatoriamente attraverso il sistema informatico “Fattore K”.

Questa è stata una decisione a nostro avviso corretta, in modo provare ad evitare che le squadre iscrivessero gli stessi corridori a più gare oppure che corridori sospesi in una regione corressero comunque in un’altra.

Qualche “baco” di sistema, voluto o involontario, rende però possibile l’aggiramento dei paletti, grazie all’organizzatore compiacente o ad escamotage legati alle riserve.

Fattore K: per le società è obbligatorio, per la Federazione è facoltativo

Circa un anno fa, la Federazione, con un provvedimento storico per l’antiquato mondo del ciclismo, ha stabilito che le iscrizioni alle gare dovessero essere fatte obbligatoriamente attraverso il sistema informatico “Fattore K”.

Questa è stata una decisione a nostro avviso corretta, in modo provare ad evitare che le squadre iscrivessero gli stessi corridori a più gare oppure che corridori sospesi in una regione corressero comunque in un’altra.

Qualche “baco” di sistema, voluto o involontario, rende però possibile l’aggiramento dei paletti, grazie all’organizzatore compiacente o ad escamotage legati alle riserve.

Alcune società non hanno accolto di buon grado l’obbligo di utilizzo del “Fattore K” che ha comunque provato a risolvere dei problemi reali.

Recentemente però, un attento visitatore ci ha segnalato che questo strumento obbligatorio per squadre e organizzatori, diventa facoltativo per la Federazione.

Consultando il “Fattore K” per le gare di ciclocross del 2 gennaio, possiamo accorgerci che sia la gara di Bosisio Parini, in Lombardia, sia quella di Metaponto in Basilicata, non risultano approvate.


Non volendo credere che queste due gare non siano state approvate dalle rispettive Strutture Tecniche, non ci resta che ipotizzare che non siano state aggiornate sul sistema informatico.

Ecco quindi che il “Fattore K” che per le società è obbligatorio per la Federazione è facoltativo.

Anche per questa magagna, non si tratta di idee politiche contrarie a quelle di Di Rocco, ma semplicemente di avere a cuore l’efficienza degli uffici Federali, che ricordiamo sono stracarichi di dipendenti.

Le società che non utilizzano il “Fattore K” non possono gareggiare e vengono sanzionate, quale premio sarà riservato agli inefficienti dipendenti e dirigenti Federali ?

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow