Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Ad ogni inizio d’anno ci si prefiggono gli obiettivi da realizzare nei prossimi 12 mesi. Pur considerandoci osservatori attenti, qualcosa ci è sfuggito: qual è l’obiettivo per il 2011 della Federazione Ciclistica Italiana ?

In nessuna dichiarazione ufficiale, anche per il 2011 come era avvenuto per gli anni precedenti, nessun Dirigente Federale ha parlato di obiettivi da raggiungere. Non sappiamo se questo silenzio sia da ricondurre ad un’assenza di idee o al desiderio di non avere la responsabilità di mantenere le aspettative.

Addirittura, in una recente intervista, Daniela Isetti, Consigliere Federale, alla domanda su cosa volesse cambiare immediatamente nel ciclismo, ha dichiarato testualmente:”Fare cessare alcune “notizie” scandalose del nostro ambiente”.

Quale sarà l’obiettivo del 2011 per la Federazione ?

Ad ogni inizio d’anno ci si prefiggono gli obiettivi da realizzare nei prossimi 12 mesi. Pur considerandoci osservatori attenti, qualcosa ci è sfuggito: qual è l’obiettivo per il 2011 della Federazione Ciclistica Italiana ?

In nessuna dichiarazione ufficiale, anche per il 2011 come era avvenuto per gli anni precedenti, nessun Dirigente Federale ha parlato di obiettivi da raggiungere. Non sappiamo se questo silenzio sia da ricondurre ad un’assenza di idee o al desiderio di non avere la responsabilità di mantenere le aspettative.

Addirittura, in una recente intervista, Daniela Isetti, Consigliere Federale, alla domanda su cosa volesse cambiare immediatamente nel ciclismo, ha dichiarato testualmente:”Fare cessare alcune “notizie” scandalose del nostro ambiente”.

Se i problemi del ciclismo fossero solamente le “notizie scandalose” crediamo che il ciclismo potrebbe festeggiare. Affermare che nel ciclismo va tutto bene e dire che le società hanno sempre meno risorse dagli sponsor (“le nostre società fanno fatica” frase utilizzatissima dai Dirigenti Federali)  significa fare due affermazioni in contrasto tra loro.

Il ciclismo, quindici anni fa era ricopriva un ruolo di primo piano, oggi il ciclismo in una ipotetica scala tra tutti gli sport è dietro al calcio, agli sport motoristici (F1 e Motomondiale), Volley, Basket e Rugby, quest’ultimo uno sport che ha saputo puntare moltissimo sul Marketing e che ora sta giustamente raccogliendo i frutti del lavoro.

Qualunque attività si pone degli obiettivi e mette in atto tutte quelle verifiche periodiche per monitorare il raggiungimento degli stessi. In questa fase non ci interessa quale sia l’obiettivo per il 2011 di Di Rocco e c., ci accontenteremmo di sapere che hanno un obiettivo che va oltre agli “aiuti agli amici” in vista della prossima campagna elettorale, ma che guardi più nel concreto all’attività ciclistica di tutti i giorni.

Senza questa forma di programmazione, il futuro del ciclismo sarà sempre più nero e a giudicare dalle parole del consigliere Daniela Isetti è bene che iniziamo a preoccuparci.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow