Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

In questi giorni, a Verona, sta impazzando una polemica che, visti i soggetti coinvolti, vogliamo amplificare a carattere nazionale. Per l’anno 2011 il Meeting Giovanissimi è stato assegnato al Comitato Provinciale di Verona. A questo Comitato il Veloce Club Isolano, ha presentato per tempo una richiesta per l’organizzazione del Meeting, in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione, candidatura appoggiata in prima persona dal sindaco di Isola della Scala, Giovanni Miozzi, che ricopre anche l’incarico di Presidente della Provincia, garantendo così anche l’appoggio provinciale.

Quando tutto sembrava fatto, il colpo di scena. Battista Cailotto, ex Consigliere Federale attualmente fotografo, si reca dal Sindaco di Verona Fulvio Tosi in compagnia del Vice Presidente della LUC Bovolone Paolo Rossignoli, di Pietro Caucchioli, di Giovanni Arioli e del Presidente del Comitato Veneto Bruno Capuzzo.

Meeting Giovanissimi: dopo il passivo di 120.000 € del 2010, ombre sull’assegnazione 2011

In questi giorni, a Verona, sta impazzando una polemica che, visti i soggetti coinvolti, vogliamo amplificare a carattere nazionale. Per l’anno 2011 il Meeting Giovanissimi è stato assegnato al Comitato Provinciale di Verona. A questo Comitato il Veloce Club Isolano, ha presentato per tempo una richiesta per l’organizzazione del Meeting, in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione, candidatura appoggiata in prima persona dal sindaco di Isola della Scala, Giovanni Miozzi, che ricopre anche l’incarico di Presidente della Provincia, garantendo così anche l’appoggio provinciale.

Quando tutto sembrava fatto, il colpo di scena. Battista Cailotto, ex Consigliere Federale attualmente fotografo, si reca dal Sindaco di Verona Fulvio Tosi in compagnia del Vice Presidente della LUC Bovolone Paolo Rossignoli, di Pietro Caucchioli, di Giovanni Arioli e del Presidente del Comitato Veneto Bruno Capuzzo.

In questa circostanza, i quattro (Cailotto faceva infatti il fotografo) si sono fatti ritrarre al fianco del primo cittadino del capoluogo scaligero. Dopo qualche giorno, un Comunicato Ufficiale annuncia la candidatura di Verona per ospitare il Meeting Giovanissimi 2011. Renato Di Rocco, in visita in Veneto, si sarebbe addirittura recato, accompagnato dallo stesso Cailotto, a fare visita alla possibile location del Meeting.

Ma ecco un altro colpo di scena: il Sindaco di Verona, Tosi, scrive alla Federazione negando la disponibilità di Verona ad ospitare questa manifestazione, sia in termini di contributi sia in termini di autorizzazioni, sembrerebbe addirittura che la foto sia stata scattata parlare della candidatura, e che Tosi si sia prestato come solitamente fa con cittadini e fans.

Archiviata questa parentesi tragicomica, in cui alcuni personaggi avrebbero millantato un interessamento inesistente, tutto sembrava volgere, finalmente,  a favore di Isola della Scala e della sua candidatura. Ecco però che lo stesso gruppo Cailotto, propone una soluzione di riserva: Bovolone.

La discussione è quindi arrivata in Consiglio Federale, e la maggioranza avrebbe optato per Isola della Scala, mentre il Presidente Di Rocco sarebbe stato l’unico ad appoggiare la candidatura di Bovolone. Di fronte a questa “spaccatura”, il Consiglio si sarebbe preso ancora tempo per valutare e decidere.

Non sappiamo a chi verranno assegnati, ma vogliamo fare qualche considerazione. Il Meeting Giovanissimi del 2010 ha rappresentato per la Federazione un autentico “bagno di sangue”, è infatti costato alla collettività 120.000 euro, stanziati dalla FCI per fare fronte ai buchi creati dalla società fantasma “Roma Meeting 2010”, creata apposta per l’evento. Questo grave errore consiglierebbe, per il futuro, una maggiore accortezza nell’assegnamento di questa importante, e dispendiosa, manifestazione.

Non conosciamo il livello organizzativo né del VC Isolano né del Luc Bovolone, ma il pasticcio creato da questi ultimi, o da persone a loro collegate, fa si che non partano con il piede giusto. L’aver millantato, come sembra, l’appoggio di Verona, smentito con forza dal Sindaco, ci induce a pensare che la notizia si stata messa in giro per provare a scavalcare, in modo poco corretto, la forte candidatura di Isola della Scala.

La correttezza avrebbe infatti imposto, una volta tramontata l’ipotesi Verona (mai supportata dagli Enti Locali), il ritiro a favore di Isola della Scala, al fine di non innescare un’inutile battaglia tra “vicini di casa”.

Questo comportamento sembra nascondere una volontà di esibizionismo personale più che di un serio lavoro per il bene del ciclismo giovanile. Come dicevamo, una volta tramontata l’ipotesi Verona, la Luc Bovolone avrebbe dovuto alzare bandiera bianca, magari offrendo la propria collaborazione al VC Isolano per la perfetta riuscita della manifestazione che dovrebbe coinvolgere tutta la provincia di Verona, ma si sa che nel ciclismo spesso gli interessi personali vengono anteposti a quelli della collettività.

Con queste “guerre dei poveri” il ciclismo non potrà mai andare bene e sarà sempre dietro a tanti altri sport.

Ovviamente, siamo a disposizione di chi vuole dire la sua su questa vicenda.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow