Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Franco Pellizotti, corridore della Liquigas – Doimo fermato alla vigilia del Giro d’Italia per il passaporto biologico non in regola, è stato oggi assolto dal Tribunale Nazionale Antidoping. La motivazione della sentenza non lascia spazio a dubbi: Non ci sono gradi di certezza sufficienti per ritenere il ciclista imputabile dei reati ascritti”.

La scriteriata politica dell’UCI ha colpito ancora e un corridore di primo piano, a pochi giorni dall’appuntamento che avrebbe potuto consacrargli la carriera, mai trovato positivo, si è visto privato dell’opportunità di correre la corsa su cui puntava, sbattuto su tutti i giornali con l’accusa di essere dopato, bloccato per i 4 mesi della stagione ciclistica, e oggi, a stagione conclusa, assolto. Solo nel ciclismo possono accadere queste cose.

Pellizotti: stagione rovinata, ma assolto dal TNA. Chi lo risarcirà ?

Franco Pellizotti, corridore della Liquigas – Doimo fermato alla vigilia del Giro d’Italia per il passaporto biologico non in regola, è stato oggi assolto dal Tribunale Nazionale Antidoping. La motivazione della sentenza non lascia spazio a dubbi: Non ci sono gradi di certezza sufficienti per ritenere il ciclista imputabile dei reati ascritti”.

La scriteriata politica dell’UCI ha colpito ancora e un corridore di primo piano, a pochi giorni dall’appuntamento che avrebbe potuto consacrargli la carriera, mai trovato positivo, si è visto privato dell’opportunità di correre la corsa su cui puntava, sbattuto su tutti i giornali con l’accusa di essere dopato, bloccato per i 4 mesi della stagione ciclistica, e oggi, a stagione conclusa, assolto. Solo nel ciclismo possono accadere queste cose.

Franco Pellizotti nel mese di aprile stava inoltre trattando per un nuovo contratto, la notizia della positività con conseguente sospensione ha polverizzato la sua quotazione causandogli un danno enorme.

Sarebbe ora che chi sbaglia, in questi casi, inizi a pagare di tasca propria. Per noi, fino a prova contraria, ogni persona è innocente, nel mondo del ciclismo spetta all’indagato dimostrare, a suon di costose perizie,  la propria innocenza.

Non dobbiamo meravigliarci della crisi di uno sport che dimostra di essere sempre più masochista e di non sapere gestire situazioni problematiche che accadono in qualunque altro ambiente della vita.

Negli anni 50 Giovannino Guareschi scriveva: «Obbedienza cieca pronta assoluta. – Contrordine compagni! La frase pubblicata sull’Unità: “Bisogna che i compagni trovino in ogni sede rionale un asino accogliente che offra ad essi la possibilità di istruirsi e di divertirsi”, contiene un errore di stampa e pertanto va letta: “Bisogna che i compagni trovino in ogni sede rionale un asilo accogliente … ”»

Oggi, nel ciclismo potremmo scrivere:”Contrordine amici! La frase pubblicata da tutti i giornali e pronunciata da molti “Pellizotti è dopato” causa un errore di qualcuno va letta:”Pellizotti è pulito”.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow