Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Le parole di Ettore Torri hanno sorpreso tutto il mondo del ciclismo. Ciò che ha detto è di estrema gravità e non può passare inosservato. Dire che “tutti i corridori sono dopati” significa infangare tanti corridori che fanno il loro mestiere in maniera onesta e pulita.  Questa frase, che tanti di noi appassionati hanno sentito nei bar, non può essere pronunciata da chi ha l’obbligo di indagare sui casi di doping.

Il danno che Ettore Torri ha fatto al ciclismo è incalcolabile. Oggi, le sue parole contro il ciclismo, erano su tutti i giornali, anche non sportivi, tutti i Telegiornali hanno ospitato un servizio su questo argomento e, questa sera, anche “Le Iene” hanno commentato queste esternazioni di Torri, dando del ciclismo un’immagine sempre più negativa.

Torri contro il ciclismo: la FCI ne chieda le dimissioni.

Le parole di Ettore Torri hanno sorpreso tutto il mondo del ciclismo. Ciò che ha detto è di estrema gravità e non può passare inosservato. Dire che “tutti i corridori sono dopati” significa infangare tanti corridori che fanno il loro mestiere in maniera onesta e pulita.  Questa frase, che tanti di noi appassionati hanno sentito nei bar, non può essere pronunciata da chi ha l’obbligo di indagare sui casi di doping.

Il danno che Ettore Torri ha fatto al ciclismo è incalcolabile. Oggi, le sue parole contro il ciclismo, erano su tutti i giornali, anche non sportivi, tutti i Telegiornali hanno ospitato un servizio su questo argomento e, questa sera, anche “Le Iene” hanno commentato queste esternazioni di Torri, dando del ciclismo un’immagine sempre più negativa.

In un momento in cui si fatica a trovare sponsor, in cui sempre più gente si sta disamorando di uno sport che troppe volte ha perso la credibilità, quello assestato da Torri è un colpo che potremmo definire mortale.

Le colpe del sistema ciclismo sono chiare ormai da tempo, è uno sport in cui la positività di un campione, o presunto tale, non fa quasi più notizia, uno sport in cui non più tardi di due settimane fa, è stato arrestato un professionista con l’accusa di spaccio di sostanze dopanti. Le innegabili colpe del ciclismo non possono essere però una scusante per Torri che non può permettersi di infangare tutto uno sport solo per un suo “sfogo”.

Ettore Torri non è mai stato tenero nei confronti del ciclismo, ma ieri ha toccato veramente il fondo.

Chissà se Renato Di Rocco, che ha criticato le parole di Torri, saprà muovere le giuste carte per ottenere le sacrosante dimissioni dal Procuratore “chiacchierone”.  Pochi ricorderanno quando Di Rocco, giustamente, si lamentò per il diverso trattamento tra ciclismo e calcio,  Petrucci lo zittì invitandolo ad occuparsi del ciclismo senza tirare in ballo il calcio.

Nonostante questo e nonostante l’accanimento dimostrato dal CONI nei confronti del ciclismo, non ha esitato ad appoggiare la candidatura di Gianni Petrucci, ottenendo, per se stesso, un posto nella giunta del CONI. Attualmente, sul sito Federale non vi è traccia delle critiche di Di Rocco a Torri.

Speriamo che tutto il sistema ciclistico sappia restare compatto, come in queste ore, per ottenere da parte del CONI quel rispetto che il nostro amato sport merita.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow