Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Dopo vent’anni, un altro italiano sul gradino più alto del podio nella Vuelta Espana, l’ultimo a riuscirci fu Marco Giovannetti. Il siciliano Vincenzo Nibali, che si conferma il miglior talento del nostro ciclismo, dopo un settimo posto al Tour de France 2009, era riuscito a conquistare il podio al Giro d’Italia alle spalle del compagno di squadra Ivan Basso e della rivelazione David Arroyo. Il messinese, nella corsa rosa, ha colto anche il successo di tappa nella frazione che si è conclusa ad Asolo. Costretto a rinunciare al Tour per evitare sovraccarichi ha puntato tutta la sua attenzione sulla Vuelta e, dopo essere stato nelle prime posizioni per tutta la corsa iberica, proprio nella cronometro finale ha indossato definitivamente la maglia, senza però riuscire mai a godersi il vantaggio, sempre troppo esiguo sul secondo in classifica, lo scalatore Ezequiel Mosquera. Nella tappa di ieri era riuscito, correndo molto bene, a guadagnare 12 preziosissimi secondi e oggi, nella tappa più insidiosa che sorrideva ad un corridore delle caratteristiche dello spagnolo della Xacobeo Galicia, il messinese è riuscito a resistere giungendo secondo al traguardo alle spalle di Mosquera e vincendo la Vuelta Espana.

GRAZIE VINCENZO ! E’ Nibali il padrone della Vuelta

Dopo vent’anni, un altro italiano sul gradino più alto del podio nella Vuelta Espana, l’ultimo a riuscirci fu Marco Giovannetti. Il siciliano Vincenzo Nibali, che si conferma il miglior talento del nostro ciclismo, dopo un settimo posto al Tour de France 2009, era riuscito a conquistare il podio al Giro d’Italia alle spalle del compagno di squadra Ivan Basso e della rivelazione David Arroyo. Il messinese, nella corsa rosa, ha colto anche il successo di tappa nella frazione che si è conclusa ad Asolo. Costretto a rinunciare al Tour per evitare sovraccarichi ha puntato tutta la sua attenzione sulla Vuelta e, dopo essere stato nelle prime posizioni per tutta la corsa iberica, proprio nella cronometro finale ha indossato definitivamente la maglia, senza però riuscire mai a godersi il vantaggio, sempre troppo esiguo sul secondo in classifica, lo scalatore Ezequiel Mosquera. Nella tappa di ieri era riuscito, correndo molto bene, a guadagnare 12 preziosissimi secondi e oggi, nella tappa più insidiosa che sorrideva ad un corridore delle caratteristiche dello spagnolo della Xacobeo Galicia, il messinese è riuscito a resistere giungendo secondo al traguardo alle spalle di Mosquera e vincendo la Vuelta Espana. Vincenzo Nibali dopo il traguardo ha dichiarato:  “Penso di aver fatto una cosa eccezionale. Sapevo di star bene e sapevo anche di avere al mio fianco una squadra eccezionale. Mosquera se voleva battermi, avrebbe dovuto essere davvero super. Che dire? Sono felice”.  Domani tappa conclusiva adatta alle ruote veloci.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow