Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Autisti, categoria non riconosciuta, ad alto rischio

Torniamo a parlare degli autisti delle vetture tecniche nelle gare ciclistiche, per porre l’accento su di un aspetto che ogni anno, nel mese di Settembre, Idalgo Ghetti, direttore sportivo e autista, a nome suo e di altri colleghi porta a conoscenza del Presidente Di Rocco e di altri organi tecnici della Federazione. In Italia, al pari di tanti altri paesi europei, il Codice della Strada, impone a conducenti e passeggeri delle vetture tecniche del ciclismo l’uso delle cinture di sicurezza. Nonostante ciò che qualcuno indica, al momento, non vi è alcuna norma che congeli il Codice della Strada all’interno dello spazio compreso tra “inizio corsa” e “fine corsa”.  Secondo la sentenza numero 4993/04 della Corte di Cassazione, il conducente di un veicolo deve esigere che anche i suoi passeggeri indossino la cintura di sicurezza. In caso di tenitenza, sottolinea la suprema corte, il conducente dovrà rifiutare il trasporto o sospendere la marcia. Normalmente, Direttori di Organizzazione e Commissari di gara non indossano la cintura di sicurezza, in quanto secondo la prassi non  ne sono obbligati, quindi a livello giuridico il conducente dovrebbe interrompere la marcia esigendo il rispetto delle norme. Un altro grave problema è quello assicurativo. I massimali delle corse ciclistiche non sono particolarmente elevati e così un autista, in caso di incidente con lesioni, può trovarsi condannato a risarcire centinaia di migliaia di euro. In quei casi, infatti, poco importa che la propria opera sia volontaria o quasi. Per tutti questi motivi sarebbe indispensabile l’istituzione dell’apposito albo, in modo da riconoscere questa categoria in modo da consentirle di sedere al tavolo dei bottoni per analizzare ed eventualmente risolvere tutti questi problemi. Purtroppo anche gli aspetti legati alla sicurezza in questa dirocc..ata Federazione risultano irrisolti ed inascoltati. Complimenti a Idalgo Ghetti e al gruppo di autisti che rappresenta che continuano ogni anno a cercare un confronto con una Federazione sorda e retrograda che non ha a cuore neppure questi argomenti di primaria importanza in un ciclismo che si sta andando sempre più spegnendo. Speriamo che qualcosa si possa muovere perché sono temi importanti che meritano il rispetto di chi è chiamato ad amministrare questo nostro sport.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow